Narni, presentati a “Fai la cosa giusta” (FieraMilano) Gole del Nera e pacchetti turismo slow

narniNewTuscia – NARNI – Ha ottenuto unanimi consensi la presentazione, da parte del Comune di Narni, delle Gole del Nera e della pista ciclopedonale recentemente inaugurata. Lo fa sapere l’assessore a turismo e cultura, Gianni Giombolini, che ha rappresentato l’amministrazione a “Fa la cosa giusta”, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili svoltasi il 10 e 12 marzo a FieraMilanoCity.

Narni era presente insieme alla Regione Umbria che ha illustrato, attraverso Sviluppumbria, il nuovo programma della rete dei cammini che attraversano il territorio, dal Cammino di San Francesco a quello di San Benedetto, insieme ai percorsi cicloturistici. “Abbiamo portato all’importante iniziativa – spiega l’assessore Giombolini – i suggestivi scorci del borgo di Stifone con le sue sorgenti e i suoi colori, la maestosa arcata del Ponte d’Augusto e la spirituale abbazia di San Cassiano che hanno rappresentato un pezzo dell’offerta regionale del turismo cosiddetto “Slow”, quello che viene definito percettivo ed immersivo, narrante e rigenerante.

Un turismo – aggiunge – a stretto contatto con la natura, a basso impatto ambientale e ad alto tasso di relazioni con gli abitanti dei posti che si visitano. La fiera è stata inoltre l’occasione per ricordare che le nostre comunità locali, sia a livello istituzionale che come capitale sociale territoriale, ossia associazioni, cittadini appassionati, gruppi informali, stanno promovendo azioni concrete per incentivare questo settore turistico”.

Giombolini cita, come esempio, il progetto della pista ciclabile Lungo Nera dei Laghi ideata da Umbria Lab ed inserita nei progetti della Terni-Narni SmartLand e quello relativo a Narnia Hiking Ring di Narni 360 dedicato alla realizzazione di percorsi di trekking che colleghino il territorio dell’Umbria meridionale, e le sue innumerevoli attrazioni, e al suggestivo e articolato Cammino dei Protomartiri Francescani. “Progettualità territoriali – osserva ancora l’assessore – ma che hanno, allo stesso tempo, lo scopo di affiancarsi ed unirsi agli itinerari turistico-culturali, agli assi delle ciclabili regionali e ai cammini spirituali dell’Umbria”.