Aggressione di Vignanello: è agli arresti domiciliari Jacopo Polidori di CasaPound

loading...
Veduta di Vignanello
Veduta di Vignanello

NewTuscia – VIGNANELLO – E’ arrivata stamattina dal gip di Viterbo la decisione accogliere la richiesta della Procura per arresti domiciliari nei confronti di Jacopo Polidori, leader di CasaPound Cimini. Il trentenne è accusato di lesioni e minacce aggravate nei confronti del ragazzo aggredito fuori da una pizzeria a Vignanello nella notte del 12 febbraio 2017. Polidori non è l’unico coinvolto nell’aggressione di Vignanello: le indagini continuano su altre 15 persone, tutte appartenenti a CasaPound.

Dopo il grave fatto di Vignanello c’è stata una solida presa di posizione contro la violenza da parte di cittadini e politici: ad esempio, la passeggiata pacifica organizzata dai comuni di Canepina, Vignanello e Vallerano.

Nel frattempo arriva la reazione da parte di CasaPound Viterbo: “In nessun caso, a memoria d’uomo, una persona incensurata, come lo è il nostro Jacopo, si è mai vista applicare una misura cautelare così coercitiva per il reato contestato di lesioni e minacce aggravate. Stesso discorso per il trattamento mediatico ricevuto in queste ore, solitamente usato nei confronti di nostri militanti, con foto in bella vista, nome e cognome e quasi mai adottato nei confronti di altri soggetti, siano essi indagati o condannati per reati, codice penale alla mano, ben più gravi”.