Trony, Ugl: “Nessuna strumentalizzazione ed il rispetto deve essere reciproco”

UGLNewTuscia – ROMA – La Segreteria UGL Terziario Roma e Lazio e la rsa Ugl gruppo Edom, hanno diffuso la seguente nota in risposta a quella della Filcams Cgil. “Abbiamo letto con stupore la nota delle rsa Filcams che lancia improbabili accuse di strumentalizzazioni e sembra dedicare più attenzione ad incensare taluni soggetti politici piuttosto che a difendere i lavoratori. Al solo fine di ristabilire la verità intendiamo precisare che noi, al contrario di altri, non siamo per niente tranquilli e siamo invece preoccupatissimi per il futuro dei lavoratori di Trony. I lavoratori hanno finora appreso la “sospensione” dei loro contratti di lavoro da una scarna mail del 16 febbraio e la procedura di mobilità è giunta solo il 6 marzo”.

“Su sollecitazione della Ugl Terziario già a gennaio era stata depositata una interrogazione parlamentare per tentare di scongiurare il definitivo fallimento e la svendita della società ma il Governo finora non ha risposto.

Adesso il rischio è che il 12 marzo si concluda l’asta e, venduto il patrimonio aziendale, i lavoratori rimangano per strada. Per questo riteniamo sbagliato dividere i lavoratori e polemizzare con questo o quello e noi siamo grati a chiunque contribuisca a salvare i posti di lavoro ed apprezziamo gli sforzi di tutti, perché in ballo c’è il futuro di tante famiglie.

In ogni caso la UGL Terziario non rinuncerà al proprio ruolo di organizzazione sindacale ed a fare fino in fondo il proprio dovere e la Filcams se ne deve fare una ragione”.