Giornata europea dei Giusti: lunedì 6 marzo celebrazione a Civita Castellana

NewTuscia – CIVITA CASTELLANA – L’amministrazione comunale di Civita Castellana celebrerà il prossimo 6 marzo la Giornata Europea dei Giusti, piantando un ulivo presso la scuola Manzi e uno presso la scuola Ercolini di Sassacci, dedicati rispettivamente alla Guardia Costiera e all’associazione MOAS, entrambe impegnate nel soccorso in mare ai migranti, per creare un giardino dedicato ai Giusti tra le Nazioni.

Giornata dei Giusti 2017In continuità con l’impegno che l’amministrazione mette nella commemorazione delle vittime della Shoah, il comune ha aderito alla Giornata Europea dei Giusti. In sintonia con la scelta di Gariwo, la Foresta dei Giusti, si è deciso di creare una sorta di “giardino diffuso” individuando ogni anno i giardini di due scuole del comune da dedicare ai giusti, per commemorare non solo l’olocausto, ma i drammi dei genocidi di tutto il mondo e di tutte le epoche.

Lunedì 6 marzo alle ore 9.00 la cerimonia si terrà presso la scuola Alberto Manzi, dove sarà piantato l’albero dedicato alla Guardia Costiera, alle 10.00 si terrà presso la scuola primaria Anna Maria Ercolini di Sassacci, dove il nuovo albero piantato sarà dedicato all’associazione Moas, alle ore 11.00 la cerimonia si terrà presso la Curia vescovile con gli alunni delle scuole medie.

Alla cerimonia parteciperanno il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli, l’assessore alla Pubblica Istruzione Giancarlo Contessa e l’assessore alla Cultura Vanessa Losurdo. Interverranno come ospiti d’onore il capo della segreteria particolare del Comandante della Guardia Costiera, Valerio Mazzarino, la dottoressa Letizia Bartocci della cooperativa Splendid e i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia.

“Quest’anno Gariwo ha scelto di dedicare la Giornata dei Giusti a dei contemporanei che si stanno impegnando per salvare vite umane- ha spiegato l’assessore alla Cultura, Vanessa Losurdo – Tra questi abbiamo scelto la Guardia Costiera e l’ong Moas (Migrant Offshore Aid Station), entrambe impegnate per la ricerca e il soccorso in mare dei migranti. All’incontro presso la curia vescovile inoltre parteciperà la cooperativa che ha curato l’accoglienza dei migranti presso l’hotel Sassacci, insieme ad alcuni di questi giovani, che porteranno la loro testimonianza di vita e il racconto del loro viaggio.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *