Giovani Democratici su aggressione Vignanello

NewTuscia – VIGNANELLO – Nella notte tra l’11 e il 12 febbraio, a Vignanello, in provincia di Viterbo, un ragazzo è stato aggredito da un gruppo di fascisti per alcuni post satirici su Facebook. La prognosi è stata di 30 giorni per la vittima, che ha riportato ematomi su tutto il corpo e la rottura del setto nasale.

Condanniamo a chiare lettere e senza mezzi termini queste azioni ed esprimiamo la nostra piena solidarietà alla vittima dell’agguato squadrista di Vignanello.

“Non lasceremo che atti come questo determinino restringimenti degli spazi di democrazia, la nostra presenza sarà la risposta più ferma ai rigurgiti antidemocratici. Assurdo che si ripetano fatti che speravamo la storia avesse relegato al passato” dichiara Luca Fantini, Segretario Regionale dei Giovani Democratici del Lazio.

La democrazia è partecipazione e libero confronto. Azioni di questo tipo richiedono una reazione civile forte ed immediata che coinvolga le istituzioni, il mondo dell’associazionismo e le forze democratiche. Sulla base di questa idea aderiamo alla manifestazione pacifica che si terrà Sabato 4 Marzo alle ore 14.30 per le vie dia Vignanello e Vallerano e aperta alla cittadinanza, per sottoporre all’attenzione di tutti il tema del contrasto al neofascismo.
In marcia, tutti insieme, per dire #maipiù!