Aggressione politica: interviene Prc-Se di Viterbo

NewTuscia – VIGNANELLO – Sottoscrivendo parola per parola il comunicato del Comitato provinciale A.N.P.I.

– di seguito riportato – su quanto accaduto a Vignanello lo scorso 12 febbraio,  la Segreteria della Federazione di Viterbo del Partito della Rifondazione Comunista/ Sinistra Europea  deplora  l’intervento del Sindaco del Comune di Vignanello e di  chiunque altro, ricoprendo ruoli istituzionali, volesse minimi

Veduta di Vignanello
Veduta di Vignanello

zzare la gravità di una  aggressione di per sé fascista, a prescindere dalle supposte identità degli aggressori  e dell’aggredito, peraltro un ragazzo inerme.

Ricorrere ad espressioni ipocritamente equidistanti, come “opposti estremismi”, finisce  per confondere chi ha subito violenza con chi se ne è reso responsabile, alterando  colpevolmente la verità dei fatti e inquinando l’informazione pubblica. Rifondazione Comunista, mentre esprime la propria ferma solidarietà alle associazioni anti-fasciste e ai soggetti politici democratici del territorio, fa appello alla magistratura e  alle forze dell’ordine, perché – nel pieno rispetto della Costituzione della Repubblica – concorrano ad appurare e a denunciare il carattere eversivo di aggregazioni che si  richiamano – esplicitamente ed impunemente – ad ideologie di tipo fascista e razzista.
La Segreteria del PRC-SE, Federazione di Viterbo