Il corso dell’American University al Cmm un ottimo risultato per Terni

NewTuscia – TERNI – Prenderà il via, a giugno,  al Centro Multimediale di Terni, un corso avanzato per la produzione di audiovisivi, denominato Syllabus, a cura della The American University of Rome.

“La promozione della cultura e del territorio costituisce uno degli obiettivi principali di questa Amministrazione – afferma l’assessore alla Cultura Tiziana De Angelis – e questo corso, nello specifico, rappresenta una prova tangibile del modo in cui lavora l’assessorato quando ci sono proposte di tale portata. La The American University fo Rome ha infatti presentato, alla nostra Amministrazione, una richiesta di collaborazione nell’organizzazione di questo corso, concepito come una full immersion, che insegnerà agli studenti la pratica delle riprese di un cortometraggio in un vero e proprio teatro di posa professionale. Lo scopo dell’iniziativa è quello di fornire agli studenti una profonda comprensione del processo pratico e creativo, sottolineando l’importanza di storyboard e floorplanning, grazie a una completa esperienza cinematografica professionale che tradurrà le idee in pratica di lavoro”.

“Il summer course di specializzazione – prosegue l’assessore –  si inserisce perfettamente in quelli che sono i nostri principali obiettivi. Crediamo fermamente, infatti, che lo sviluppo delle produzioni audiovisive nel territorio sia uno dei punti fermi del nostro mandato. Siamo inoltre aperti ad accogliere tutti gli attori che si occupano dell’offerta culturale nella nostra città. Voglio sottolineare, a tal proposito che la mia priorità è quella di includere, sviluppare, diffondere e unire tutte quelle realtà che gravitano intorno alle proposte intellettuali, a partire dalla Accademia Rousseau, l’Istituto superiore di cultura, che è stata presente agli incontri che si sono finora e che è uno dei sostenitori di questa iniziativa. I frutti degli investimenti per il rilancio degli studi del Cmm si stanno dunque concretizzando, un segnale senza dubbio positivo che rilancia il ruolo dell’industria creativa a Terni”.