Congratulazioni del sindaco Stirati al neo Prefetto Maria Luisa d’Alessandro

CONGRATULAZIONI DEL SINDACO STIRATI AL NEO PREFETTO MARIA LUISA D’ALESSANDRO

(NewTuscia) – GUBBIO – Il sindaco Filippo Mario Stirati ha espresso al neo Prefetto Maria Luisa D’Alessandro, a nome personale e dell’intera amministrazione le più vive felicitazioni per la prestigiosa nomina,  « incarico che sono certo  – si legge nella lettera  –  saprà svolgere con la competenza, professionalità e abnegazione dimostrate in precedenza.

Nell’augurarLe  un proficuo e appagante lavoro, confido di poterLe esternare personalmente i sensi del più vivo apprezzamento ».   La nomina è arrivata dal consiglio dei ministri,  con la specifica «a disposizione con incarico».  Si ricorda che la D’Alessandro, allora vice prefetto, era stata scelta come commissario per guidare il Comune di Gubbio, con i poteri spettanti al consiglio, alla giunta e al sindaco,  che ha svolto dal 27 maggio 2013 fino alle elezioni amministrative del maggio 2014.

CONFERENZA STAMPA PRESENTAZIONE PROGETTO “GIOVANI PUNTI DI VISTA”

E’ convocata mercoledì 1 febbraio alle ore 11 nella Sala Stemmi del Comune in piazza Grande, la CONFERENZA STAMPA di presentazione del progetto  “GIOVANI PUNTI DI VISTA”, percorso partecipativo, di ascolto e co – progettazione in tema di politiche giovanili  per la città di Gubbio. Saranno presenti il sindaco Filippo Mario Stirati e l’assessore Gabriele Damiani.

DITTA INTERVIENE A RIPARARE GRADINO DANNEGGIATO PER  PISTA DI GHIACCIO

Dall’amministrazione comunale arriva la precisazione dell’intervento di riparazione di un gradino danneggiato,  a spese dell’azienda  ‘Insport’ di Roma, che ha allestito la pista di ghiaccio nella piazzetta di S. Antonio, durante  le festività del Natale.

L’azienda dopo le opportune verifiche si è assunta l’onore economico dell’intervento e lo ha comunicato  con lettera ufficiale  al Comune la settimana scorsa. Verrà ripristinato a breve il gradino lapideo danneggiato, che era stato evidenziato durante  le fasi di smontaggio,  una volta rimossa la neve.

AL ‘PREMIO BANDIERA GUBBIO 2016’ RELATORI AUGUSTO ANCILLOTTI PER FIORAVANTI  E SERGIO MATTEINI CHIARI PER PROSPERETTI

Saranno Augusto Ancillotti assessore alla cultura del Comune di Gubbio e Sergio Matteini Chiari presidente aggiunto della Corte Suprema di Cassazione, i relatori rispettivamente di Federico Fioravanti giornalista e ideatore del ‘Festival del Medioevo’,  e Giulio Prosperetti giudice Corte Costituzionale,  nella cerimonia di consegna del ‘PREMIO BANDIERA GUBBIO 2016’ che si terrà a Palazzo Pretorio sabato 18 febbraio a partire dalle ore 17,30.

Dopo il saluto del sindaco Filippo Mario Stirati e del presidente onorario degli Sbandieratori, verranno tenute le prolusioni dei rispettivi premiati, che vanno ad aggiungersi alla folta schiera di quanti negli anni hanno ricevuto il riconoscimento.  Il giornalista  Fioravanti  è anche il  presidente dell’associazione culturale che organizza l’evento ‘Festival del Medioevo’.  Per oltre trenta anni si è occupato di quotidiani locali, come direttore responsabile e anche come editore, fondando dieci quotidiani locali a cavallo fra Umbria, Toscana, Romagna e Lazio.  È il responsabile e il coordinatore del web magazine ‘Umbria Touring’.

Consulente di comunicazione, docente in master di specializzazione e corsi di formazione, ha organizzato mostre ed eventi culturali.  Ha insegnato per anni Teorie e Tecniche del Linguaggio Giornalistico presso l’Università degli Studi di Perugia. Prosperetti è  giurista e docente italiano; è stato vicepresidente vicario della Commissione di Garanzia sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali. Il 16 dicembre 2015 è stato eletto  giudice della Corte Costituzionale dal Parlamento in seduta comune.  Figlio di Ubaldo Prosperetti, si  è laureato in giurisprudenza nel 1971 alla  Sapienza di Roma con una tesi in diritto amministrativo, diventando assistente ordinario di diritto costituzionale con Leopoldo Elia e poi di diritto del lavoro con Gino Giugni.

Ha insegnato presso le Università di Cassino e Tor Vergata di Roma; è stato componente della Commissione legislativa sull’armonizzazione delle disposizioni fiscali e previdenziali. È autore della teoria sull’efficacia dei contratti collettivi basata sul rinvio individuale. Nel campo della sicurezza sociale,  ha proposto una riforma del welfare basata sull’integrazione fra salario contrattuale e reddito assistenziale.

APPUNTAMENTO A TEATRO CON  ‘GRAND SUITE VERDIANA’ DEDICATA AL GRANDE MAESTRO

Nell’ambito della Stagione di Prosa  invernale, venerdì 3 febbraio alle ore 21, al Teatro Comunale ” Ronconi”, va in scena ‘Grand Suite Verdiana’, spettacolo di danza classica con le coreografie di Marco Batti, interpretato dal Balletto di Siena. La vita e la produzione musicale di Giuseppe Verdi sono il leitmotiv di questo spettacolo. Le coreografie, appositamente create sulle maggiori opere verdiane, portano in scena i personaggi legandoli alle vicende biografiche del grande Maestro; la sua formazione, il primo matrimonio, il dolore per la perdita della moglie e dei figli, l’arrivo del successo professionale, l’impegno politico e l’amore per la natura. Un Verdi uomo dell’Ottocento ma con tratti prettamente contemporanei, innovatore musicale e, al tempo stesso, esploratore della psiche umana, disegnatore attraverso le note, di caratteri e personaggi carichi di personalità.

Un percorso storico, alla scoperta di una delle personalità più forti della cultura italiana, ma al tempo stesso un viaggio nella psiche dei personaggi verdiani, raffigurazione di drammi umani e politici, simbolo di un’umanità varia e poliedrica.  Per informazioni e prenotazione biglietti  075 9278044 (Comune di Gubbio, dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19 e il sabato dalle 10 alle 12); 075 57542222 (Teatro Stabile Dell’Umbria, tutti i giorni feriali dalle 16 alle 20); www.teatrostabile.umbria.it

STRAORDINARIO SUCCESSO PER LO SPETTACOLO ‘PRODIGI’ ANDATO IN SCENA AL TEATRO ‘RONCONI’ SABATO SCORSO

Sabato al Teatro ‘Luca Ronconi’, è andato in scena lo spettacolo “Prodigi” alla presenza di un numerosissimo pubblico, promosso dalla ‘Famiglia dei Santantoniari’ e da ‘ GubbioSoccorso’ con il patrocinio del Comune di Gubbio e la collaborazione ‘JUJI Servizi per lo Spettacolo’ di Luca Berettoni. Un’interessantissima e coinvolgente anteprima nazionale di uno spettacolo che si appresta ad andare in giro per l’Italia (prima tappa, 30-31 gennaio al Manzoni di Milano). ‘Prodigi’, uno spettacolo di illusionismi di altissimo livello, tra cui rifulgono le abilità del cosiddetto mentalismo .

Vanni De Luca, il protagonista, non è solo un titolatissimo mago-illusionista con tanto di titoli nazionali e internazionali, è per l’appunto uno dei mentalisti più noti al mondo; anche il suo giovane aiutante di scena, Tiziano Grigioni, è già oggi un valente illusionista e prestidigitatore,  abilità che ha avuto modo di mostrare anche durante lo spettacolo. Ma cos’è il mentalismo? In estrema sintesi è la capacità di avvalersi di proprie particolari doti della mente (affinate in studi ed esercizi durati anni e anni) per far balenare davanti al pubblico – in una sapiente mescolanza tra aspetti ‘reali’ e aspetti ‘illusionistici’ – fenomeni prodigiosi, come specifiche abilità di calcolo, la lettura della mente, insospettate capacità della memoria, ecc.

Durante lo spettacolo Vanni  ha incantato il pubblico con dei veri prodigi: la ‘mossa del cavallo’, a occhi rigorosamente bendati, in cui – con la tipica movenza scacchistica del cavallo – Vanni riesce a passare da tutte le 64 caselle della scacchiera, senza mai fermarsi più di una volta su ciascuna di esse; la memorizzazione del giorno esatto della settimana di un giorno qualsiasi di un qualunque anno dal 1582 (istituzione del Calendario Gregoriano) a oggi; le ormai celebri Meraviglie Multiple: risolvere simultaneamente il Cubo di Rubik, un quadrato magico con la cifra di partenza indicata da uno spettatore (rigorosamente senza accordi preliminari con Vanni) e declamare le terzine della ‘Divina Commedia’ partendo da un verso qualsiasi indicato da uno spettatore (anche in questo caso senza alcun accordo preliminare).

Ma uno spettacolo che si rispetti – che mostra anche, fra l’altro, le doti da fachiro di Vanni (vicine davvero al  ‘sublime’  caro ai romantici con quel misto di attrazione e repulsione connesso a questa celebre definizione estetica: essa non può non venire in mente quando il  protagonista cammina, senza ferirsi, su una serie infinita di pezzi di vetro, suonando la chitarra, cantando l’omonimo brano di De Gregori e camminando verso una ragazza scelta dal pubblico in sala!) – non può basarsi sui soli ‘Prodigi’. E infatti non è così! Vanni De Luca, infatti, ha scritto un testo mirabile, avvalendosi dell’eugubino  Fabio Vagnarelli e Davide Calabrese (che cura l’attenta regia), due componenti, vere e proprie anime, del gruppo  ‘Oblivion’, di fama nazionale  che riscuotono numerosi consensi. Il ricavato della serata viene devoluto in beneficienza a ‘GubbioSoccorso’ e alla Famiglia dei Santantoniari,  che a sua volta lo utilizzerà per fondi di solidarietà.