Scuola del Pilastro, smentita da parte della dirigente della I.C. “P. Vanni” di Viterbo di un articolo pubblicato

NewTuscia – VITERBO – Spett.le New Tuscia, ai sensi e per gli effetti della Legge sulla Stampa ed in ordine all’articolo comparso sulla edizione del giorno 19.01.2017, portante il titolo: “Terremoto, alla scuola del Pilastro una piccola gaffe“, vorrete cortesemente procedere alla pubblicazione della seguente nota di smentita e chiarimento, inviata nella mia qualità di Dirigente della I.C. “P. Vanni” di Viterbo.
Deve evidenziarsi che quanto esposto dalla anonima signora, che ha raccontato la storia del figlio che ha dimenticato gli occhiali all’interno della scuola durante la evacuazione non riporta fedelmente, anzi travisa, i fatti accaduti.
Ed invero la scrivente è stata contattata il pomeriggio del giorno 18 gennaio u.s. dalla vicaria del plesso scolastico di Via Alessandro Volta in quanto la anonima mamma voleva che gli occhiali del figlio fossero recuperati nell’immediato.
Io ho dovuto rispondere esattamente come la signora ha riferito per quanto accaduto nella mattinata, vale a dire che l’ingresso alla scuola era interdetto a chiunque per effetto dell’ ordinanza sindacale.
Ho anche aggiunto che la mattina successiva si sarebbero potuti recuperare nel momento dell’ingresso dei tecnici comunali addetti ai controlli. Poco dopo sono stata contatta dalla segreteria dell’Asssessore Delli Iacovigili del fuoconi il quale mi ha riferito che i Vigili del Fuoco si erano resi disponibili ad intervenire in merito.
Pertanto ho disposto che agli stessi venissero consegnate le chiavi della scuola dall’incaricata che ne ha la detenzione.
Il tutto si è quindi risolto nel migliore dei modi e la scrivente deve ancora una volta confermare di non aver affatto negato l’accesso, ma ha soltanto preteso che lo stesso avvenisse, come è stato, nei modi di legge.
Il tutto per ristabilire l’esatta verità dei fatti.

Con i migliori saluti.
Laura Pace Bonelli