M5s: ““L’attivismo politico e di controllo serrato del M5S innervosisce il Vice Presidente della Commissione di controllo e garanzia Tracchegiani”

loading...

NewTuscia – PERUGIA – “L’attivismo politico e di controllo serrato del M5S innervosisce il Vice Presidente della Commissione di controllo e garanzia Tracchegiani, il quale insulta il lavoro proficuo ed efficace che il M5S sta portando avanti in Commissione controllo e garanzia, da oltre due anni. Dopo la figuraccia per il voto di astensione in Consiglio sulla “Casa dell’Associazionismo” ribattezzata da qualcuno “Casa Arci” (1000 metri quadri di immobile di pregio a 2perugia-1-100 euro l’anno), il Consigliere Tracchegiani sfoga sul M5S tutto il suo nervosismo. Un nervosismo che nasce, in realtà, dalla presa di posizione dei membri del suo partito (Forza Italia), che hanno giustamente deciso di votare a favore della relazione del M5S, e dalle critiche aspre e condivisibili di altri consiglieri di maggioranza, per una decisione che ha veramente dell’incredibile.
Il Consigliere Tracchegiani, al Consiglio comunale dello scorso 16 gennaio aveva annunciato, senza alcuna motivazione plausibile, che l’intero gruppo di Forza Italia si sarebbe astenuto. Ma i colleghi di partito hanno disatteso il diktat, votando a favore della relazione. C’è chi è stato coerente con se stesso e rispettoso dell’interesse generale ad una buona amministrazione, a differenza del Consigliere Tracchegiani. Ed anche questa volta, il mancato sostegno dei colleghi di maggioranza, lo ha fatto andare su tutte le furie, un po’ come accadde per “la caccia al piccione”, che secondo il Consigliere Tracchegiani la Giunta Romizi avrebbe dovuto inaugurare autorizzando l’abbattimento ad opera dei cacciatori dei piccioni del centro storico e che certamente non passerà positivamente alla storia dell’Istituzione perugina come una delle proposte più brillanti. Poche altre le proposte del Consigliere Tracchegiani, in oltre due anni di consiliatura. Che piaccia o meno al Consigliere Tracchegiani, il M5S continuerà la sua attività di controllo con ferrea determinazione e non saranno certamente i goffi tentativi denigratori del Vice Presidente Tracchegiani a fermarci, anzi, i continui attacchi ci dimostrano che siamo sulla buona strada. Stante gli atteggiamenti di ostruzionismo, quelli sì, del Vice Presidente Tracchegiani rispetto alle richieste di attivazione della Commissione controllo e garanzia del M5S, valuteremo se chiederne le dimissioni, nell’ipotesi in cui si tentassero insabbiamenti.
Rispetto alle dichiarazioni di potenziale contenuto diffamatorio contenute nel comunicato stampa sulla base di presunti epiteti offensivi, mai pronunciati da alcun consigliere del M5S, tanto meno dalla capogruppo Rosetti, abbiamo sollecitato una presa di posizione pubblica del Presidente Varasano, a tutela dell’operato della nostra opposizione e del corretto svolgimento della Commissione controllo e garanzia”.