Cessazione attività delegazione Aci Tuscania: si cerca una soluzione

NewTuscia – TUSCANIA – È apparsa sui media locali, la notizia della cessazione di attività della Delegazione A.C. Viterbo di Tuscania e la preoccupazione di alcuni cittadini per la cessazione di un servizio essenziale come quello fornito con professionalità da Domenico e Fiorella Passamonti.

Non possiamo entrare nel merito delle decisioni strettamente personali che hanno portato alla decisione di cessare l’attività, ci siamo dichiarati fin da subito favorevoli a un subentro da parte di chi, (da notizie forniteci daacii titolari), è in trattativa con i Passamonti.

Siamo consapevoli che la Delegazione Aci di Tuscania è l’unico Sportello telematico dell’automobilista presente nella cittadina e la sua chiusura porterà dei disagi alla cittadinanza, noi siamo costantemente in contatto con Domenico e Fiorella e auspichiamo che almeno Fiorella cambi idea, se così non sarà e se nessuno in possesso dei requisiti previsti dalla legge 264/91 si farà avanti per subentrare nella Delegazione, come AC Viterbo non lasceremo soli i nostri soci, ma li indirizzeremo verso la nostra Delegazione o AC Point più vicini, (Canino e Marta), fatto salvo l’eventuale riapertura da parte di altri soggetti abilitati, abilitazione però che è ferma ormai da anni perché l’Amministrazione Provinciale, pur in presenza di licenze libere sul territorio, non organizza corsi per l’abilitazione per la legge 264/91, obbligatori per l’apertura di uno sportello telematico dell’automobilista e conseguentemente di una delegazione ACI.

A.C. Viterbo