“L’Elogio della Poesia”: la poesia contemporanea apre la stagione della Biblioteca Consorziale di Viterbo

(NewTuscia) – VITERBO – “L’Elogio della Poesia”: 11 momenti poetici in arrivo alla Biblioteca di Viterbo.
Un ciclo di incontri da gennaio a marzo con i protagonisti della poesia contemporanea e due sentiti omaggi.

Si parte il 18 gennaio con l’importante tributo a Valentino Zeichen. Si tratta dell’incontro con alcuni fra i più importanti poeti contemporanei e due sentiti omaggi a Valentino Zeichen (recentemente scomparso) e Amelia Rosselli.

biblioteca consorziale vt
La rassegna, curata da Elvira Federici (che coordinerà gli incontri insieme a Rosa Riggio) esplora il panorama poetico contemporaneo in compagnia di critici, professori e saggisti di rilievo nazionale.
Amelia Rosselli, Valentino Zeichen, Elio Pecora, Bianca Maria Frabotta, Sara Ventroni, Maria Grazia Calandrone, Paolo Febbraro, Gabriella Sica, Carlo Bordini, Valerio Magrelli, Maurizio Cucchi: questi i poeti protagonisti del ciclo di incontri organizzato dal Consorzio Poesia.
A loro si aggiungono critici e professori di prestigio quali Giulio Ferroni, Gabriella Palli Baroni, Floriana Calitti, Viviana Scarinci, Carlo Serafini e Simona Sgavicchia.
L’evento è stato reso possibile dalla sinergia virtuosa delle aziende Primaprint Viterbo, Majakovskij Comunicazione, Hotel Salus Terme, in collaborazione con il DISUCOM dell’Università della Tuscia.
“Con questo appuntamento che ci farà incontrare 11 grandi poeti e poetesse, la Biblioteca Consorziale di Viterbo si confronta – dopo la letteratura, la storia, l’architettura e le arti visive anche con questo linguaggio. L’omaggio a Valentino Zeichen era per noi necessario volendo della Poesia tessere l’elogio”, afferma Paolo Pelliccia il Commissario Straordinario della struttura di Viterbo.
Sperando in un coinvolgimento continuo con il mondo poetico da parte di tutti, la biblioteca fa suo l’augurio della curatrice Elvira Federici: “se praticassimo la poesia, nella lettura e nell’ascolto, se il nostro dialogo con i poeti non fosse episodico, il nostro stesso mondo sarebbe più vasto, le nostre vite più prossime all’inizio, più aperte all’accadere; le nostre parole non sarebbero eco del chiacchiericcio; il mondo non chiuso nelle trappole del suo funzionamento, le nostre vite capaci di sostare nella necessità e nel silenzio, che è l’ascolto di quello che c’è.”

CALENDARIO INCONTRI

Per Valentino Zeichen  | 18 gennaio 2017
Elio Pecora  | 25 gennaio 2017
Bianca Maria Frabotta  | 1 febbraio 2017
Sara Ventroni  |  8 febbraio 2017
Maria Grazia Calandrone  | 15 febbraio 2017
Paolo Febbraro  | 22 febbraio 2017
Per Amelia Rosselli  | 1 marzo 2017
Gabriella Sica  | 8 marzo 2017
Carlo Bordini  | 15 marzo 2017
Valerio Magrelli  | 22 marzo 2017
Maurizio Cucchi  | 30 marzo 2017