I dati che interessano il Centro Italia per quanto riguarda il gioco d’azzardo

NewTuscia – Il 2017 si apre con la pubblicazione ufficiale dei dati che riguardano il gioco d’azzardo. Un business che nel 2016 ha raggiunto la strabiliante cifra record di 95 miliardi di euro. Un settore che ormai dal 2011, anno della sua liberalizzazione, in ottica di siti online, non conosce crisi. Ilgioco d'azzardo dato va quindi letto e analizzato di pari passo con l’avvento della nuova tecnologia mobile, che è disponibile tramite app anche in veste di gioco d’azzardo. Dati importanti e significativi, interessano le principali regioni del centro Italia, dove Lazio, Umbria e Toscana in particolare, risultano essere le regioni più virtuose e performanti per quanto riguarda il gioco. L’ossatura della mappa nazionale infatti, include Lazio, Lombardia e Campania, tra le regioni dove si gioca maggiormente. Anche Toscana e Umbria sono però regioni molto gettonate, per via di una solida tradizione legata al gioco di ogni tipo. Con una crescita del 7% spalmata sul territorio nazionale, l’industria del gioco d’azzardo ha incrementato in maniera significativa una crescita che oggi rappresenta qualcosa come il 4,4% del nostro PIL.

Nel centro Italia il dato è abbastanza significativo e stratificato, e se consideriamo che gioca il 55% degli italiani, ovvero quasi 30 milioni, non è difficile ripartire questo numero a livello regionale. Il gioco d’azzardo legale sta quindi spopolando ed è un fenomeno che dilaga anche tra i giovani. Sono principalmente gli under 35 infatti a giocare online tramite smartphone e tablet. Il numero aumenta poi tra gli adulti, visto che siamo davvero vicini al 70% degli italiani che almeno una volta nell’arco del 2016 ha giocato in maniera legale. Cifre importanti che si vanno a sommare con il volume di affari delle scommesse sportive, dei gratta e vinci e delle lotterie nazionali. Italiani, un popolo di giocatori e di esperti in gambling? Già si sapeva, ma questo dato è una netta conferma, che è interessante specie se letta in base al fatto che il 2016 è stato un anno abbastanza modesto per quanto riguarda il PIL e la crescita economica.

Il gioco però continua a piacere, in tutte le forme e forse questo 2016 va letto come singolarità per via anche dei tanti eventi mediatici che si sono susseguiti, in ottica sportiva, e in special modo dal mese di maggio, con la finale di Champions League, e a proseguire con gli Europei di calcio e le Olimpiadi. Si gioca, si scommette, si vince e si perde. Se dovessimo scegliere un elemento che contraddistingue il gioco, non avremmo certo dubbi nell’indicare le slot machine. Presenti un po’ ovunque nelle nostre città, e in formato digitale come per esempio con Voglia di Vincere slot machines, si tratta di un’attrattiva che ha conquistato il maggior numero di utenti attivi nel corso del 2016. Si tratta di una vera e propria febbre del gioco, che nel corso degli ultimi 5 anni pare aver stregato gli italiani, online così come offline. Ciò che conta, pare essere giocare, in fondo. Staremo a vedere cosa accadrà nel 2017.