Cresce l’attesa per l’evento di danza ‘Trittico Barocco’ al teatro ‘Ronconi’ di Gubbio

(NewTuscia) – GUBBIO – E’ stato confermato il crescente interesse per l’evento di danza  “Trittico Barocco”,   con l’etoile Giuseppe Picone  che andrà in scena al Teatro ‘L. Ronconi’ di  Gubbio  nei giorni di venerdì 6 e sabato 7 gennaio 2017 alle ore 21 e domenica 8 alle ore 17,30.  Come confermato in conferenza stampa, presenti il sindaco Filippo Mario Stirati, la presidente del Rotary Paola Fiorucci, affiancata da Massimo Capannelli e da Carla Menichetti per le scuole di danza eugubine.

Il sindaco Stirati  ha ribadito il forte impegno dell’amministrazione nel  promuovere iniziative di rilievo e  ha sottolineato l’importanza strategica di eventi di richiamo nazionale, anche  per controbilanciare l’effetto negativo del terremoto a livello mediatico, che ha fatto crollare le presenze anche  in città che non hanno avuto danni materiali, come Gubbio:  « E’ un grande evento  in linea con la nostra visione di proposte culturali e di intrattenimento – ha sottolineato Stirati –  che rivitalizza  il Teatro e la città intera, non solo con la danza ma anche con la valorizzazione di iniziative di promozione delle varie forme di artigianato e in termini di servizi.    Abbiamo subito colto il prestigio della  proposta per i nomi illustri e per il significativo coinvolgimento delle quatto scuole di danza. Importante anche  l’appoggio garantito dal ‘Rotary’,  sempre presente in manifestazioni di rilievo  ».

Capannelli,  che ha svolto un ruolo di raccordo tra gli organizzatori e l’amministrazione,  ha illustrato il progetto,  spiegando che  l’appuntamento è organizzato da ‘Cantus Planus’   in collaborazione con  il Centro di Danza Balletto di Roma e con  vari contributi e collaborazioni.   Importante la presenza   delle quattro scuole di danza di Gubbio (Ikuvium Ballet, Scuola di Danza Città di Gubbio, Umbria Ballet, Danz’Art), che avranno uno spazio con i propri allievi e potranno in tal modo godere di grande visibilità.  «  Fabrizio Di Fiore,  appassionato d’arte e  proprietario di ‘Cantus Planus’,  ha deciso di portare “Trittico Barocco”  nel teatro ‘ Ronconi’ – ha commentato Capannelli  –   colpito  dalla  bellezza della città, ma anche per correre in aiuto  di Gubbio e “illuminarla” di nuovo.  Abbiamo accettato questa scommessa stimolante,  portando professionisti e nomi di spicco.  C’è grande entusiasmo anche da parte di Flaminia Buccellato  partner artistica del progetto.

La coreografia sarà curata da Kristian Cellini, professionista noto e molto stimato che ha collaborato con i nomi più prestigiosi della danza e per la televisione.  Protagonista sarà l’etoile Giuseppe Picone che, dopo aver conquistato una notorietà nazionale e internazionale, ha da poco avuto l’incarico di direttore del Ballo del teatro San Carlo di Napoli.   Danzerà con lui  la ballerina solista del  San Carlo,  Candida Sorrentino.

Nella prima parte,  per circa 10 / 12 minuti  verrà lasciata libertà  di espressione agli allievi delle scuole di danza eugubine, mentre per la seconda  parte verranno usate  musiche di Vivaldi, Bach, Albinoni.  Gli spettacoli saranno  impreziositi dalla presenza di tre madrine d’eccezione, una per  ogni serata,  Matilde Brandi, Rossella Brescia  e l’ultimo giorno Carla Fracci, madrina in assoluto della danza nel mondo.   Alla migliore allieva di ciascuna scuola verrà assegnata una borsa di studio da utilizzare presso il Centro di  Danza Balletto di Roma.

Ad arricchire la proposta culturale,  metteremo in esposizione all’ingresso del  Teatro  le  cartelle  d’arte  ‘Anniversari in versi’  stampate  da ‘Arte Libro  unaluna’,  che  ha sede presso il ‘Liceo Artistico Mazzatinti’ e che  vogliamo sostenere  per il grande lavoro che sta  realizzando a favore dei giovani,   nel riscoprire  ‘antichi mestieri per nuovi lavori’,  nel campo della miniatura e della tipografia artigiana  ».

Paola Fiorucci,  presidente del Rotary,   ha sottolineato l’importanza del prestigioso appuntamento al quale il sodalizio ha aderito come parte attiva e organizzatrice:  « Cureremo l’accoglienza  degli ospiti e collaboreremo all’aperitivo di sabato 7 gennaio  offerto grazie alla disponibilità  dalla socia rotariana Paola Colaiacovo con i prodotti dell’azienda del Castello di  Solfagnano ».

Carla Menichetti, infine, nell’intervenire a nome delle 4 scuole di danza, ho sottolineato che sarà un onore intervenire con i propri allievi a fianco di stelle di prima grandezza nella danza.

CAMBIA IL SOGGETTO PER RISCOSSIONE PUBBLICITA’ E AFFISSIONI

L’ufficio Tributi comunica che dal 1 gennaio  è  cambiato il soggetto del   servizio di Riscossione dell’imposta di pubblicità e pubbliche affissioni.  Infatti a vincere la gara appositamente indetta dal Comune di Gubbio è stata la ditta  DOGRE S  di Taranto.   Gli uffici del nuovo gestore saranno sempre quelli storici di Via Tifernate (sopra il Bar) mentre cambieranno i riferimenti telefonici ed e-mail.  In attesa del ripristino della linea telefonica e del nuovo numero,  gli utenti potranno contattare l’ufficio chiamando direttamente il centralino del Comune  allo 075 92371 mentre l’indirizzo e-mail è il seguente  gubbio@dogresrl.it  .

Si ricorda che, secondo il regolamento,  quando viene concesso il patrocinio gratuito ad associazioni, comitati, fondazioni o enti no profit per l’affissione dei manifesti,  non è prevista l’esenzione dell’imposta, ma la riduzione della stessa  del 50%.  Inoltre va comunicato che  beneficiano del patrocinio del Comune.

PRESENTAZIONE ALLA BIBLIOTECA SPERELLIANA DEL NUOVO  LIBRO DI TEODOLO MANGANELLI ‘SARA’ COSI’…?’ 

Verrà presentato, con il patrocinio del Comune di Gubbio,   giovedì 5 gennaio  alle ore 17  presso la sala ex Refettorio della Biblioteca Sperelliana,  il nuovo libro di Teodolo Manganelli ‘Sarà così…?’.  Autore di varie pubblicazioni,    Manganelli, nato a Gubbio, laureato alla Facoltà di Architettura a Roma, risiede dal 1960 a Milano, ma è molto legato alla sua città di origine, alla quale ha dedicato anche la pubblicazione ‘le pagine eugubine segni di memoria’,  in cui rievoca ricordi attraverso i suoni, i profumi e le immagini del passato.

“LE PAGINE EUGUBINE segni di memoria” di Teodolo Manganelli.