Confesercenti Viterbo, aiutare le imprese a ritrovare il clima di fiducia fine anno nella Tuscia

 INCREMENTO DELLA VENDITA DEI PRODOTTI TIPICI E DA FORNO

(NewTuscia) – VITERBO – “Migliora il clima di fiducia dei consumatori, mentre peggiora quello delle imprese. Sono i dati relativi ai mese di dicembre 2016 dell’ ’Istat che spiega come: “l’indice dei consumatori sale da 108,1 a 111,1, con progressi diffusi a tutte le componenti della fiducia, che torna sul livello di luglio 2016. L’indice composito del clima delle imprese scende, invece, da 101,4 a 100,3. Le dinamiche settoriali sono diversificate. Peggiora, infatti, la fiducia nei servizi e nelle costruzioni, cresce nella manifattura”.

Sono dati ufficiali attraverso i quali la Confesercenti, pur manifestando soddisfazione per il miglioramento del clima di fiducia dei consumatori, sottolinea quanto preoccupante sia, invece, il calo del clima di fiducia delle imprese.

Se infatti – come dicono i dati Istat – il giudizio dei consumatori riguardo la situazione economica del Paese migliorano decisamente così come le aspettative, il cui saldo torna ad aumentare dopo sette mesi consecutivi di diminuzione e sull’andamento dei prezzi al consumo, prevalgono giudizi e attese orientati alla diminuzione”.

Per quanto riguarda la Tuscia da una recente indagine, i cui dati sono stati resi pubblici dal presidente della Confesercenti di Viterbo, Vincenzo Peparello, nel corso della conferenza di fine anno, risulta un amuento nella produzione e la vendita dei prodotti tipici e da forno.

“E’ necessario, comunque – afferma la Confesercenti di Viterbo – che le imprese riacquistino il clima di fiducia con interventi che favoriscano un ulteriore incremento della produzione e vengano messi in atto tutti i meccanismi necessari per l’aumento dell’occupazione”.

Infine per quanto riguarda il cenone di San Silvestro e il pranzo Capodanno la Consercenti conferma che nella Tuscia sempre secondo l’indagine, si riproporrà quanto accaduto per Natale con una maggiore tendenza della famiglie a trascorrere i due eventi in casa; buona l’affluenza turistica in tutto il Viterbese con un incremento nel capoluogo.