“L’Ateneo torna in centro”. A Perugia un evento dedicato all’orientamento universitario

(NewTuscia) – PERUGIA – Si terrà il prossimo 17 e 18 marzo 2017 nel centro storico di Perugia l’evento “L’Ateneo torna in centro”, interamente dedicato all’orientamento universitario.

La prima riunione organizzativa si è tenuta lo scorso 20 dicembre a Palazzo dei Priori e ha visto insieme l’Assessore Dramane Wagué, la Prof.ssa Anna Martellotti, delegata del Rettore per l’orientamento, Nicoletta Vinti per l’Informagiovani  e numerosi dirigenti degli istituti superiori di II grado della città.

La due-giorni, realizzata grazie alla collaborazione tra l’ufficio orientamento dell’Università degli Studi di Perugia, l’Ufficio scolastico Regionale, il Comune di Perugia e gli istituti superiori cittadini Liceo Alessi, ITAS G. Bruno, ITET Capitini-Vittorio Emanuele II-Di Cambio, IST Cavour- Marconi-Pascal, Liceo Mariotti e Liceo Pieralli, sarà un’opportunità aperta a tutti gli studenti per conoscere da vicino i diversi percorsi didattici messi a disposizione dall’Ateneo e non solo.

Comune di Perugia

Ci sarà spazio, infatti, per informarsi anche sui servizi che il Comune mette a disposizione dei giovani e degli studenti, quali Carta Giovani, Affitto Sicuro o Urban center e su tutti i servizi dell’Adisu.

L’obiettivo dell’incontro dei giorni scorsi è stato proprio quello di organizzare al meglio le due giornate di orientamento dell’Università degli studi di Perugia con la piena collaborazione dell’Amministrazione comunale e dei suoi servizi per i giovani, allo scopo di coinvolgere e informare tutti gli studenti delle scuole di secondo grado della città.

Durante l’incontro gli Istituti superiori hanno formulato utili proposte come l’attivazione di un angolo dedicato alla simulazione dei test e la registrazione attraverso una app.

Come ha illustrato la Prof.ssa Martellotti, le attività di orientamento sono già in massima parte definite con un programma ricco e la presenza di numerosi docenti che descriveranno e faranno concretamente sperimentare agli studenti i loro possibili futuri percorsi di studio.

Il programma dettagliato sarà poi presentato con un’apposita conferenza stampa.