Stefano Sebastiani: “Sospeso per aver difeso i diritti dei volontari di Protezione civile”

loading...

(NewTuscia) – MONTALTO DI CASTRO – «Nei giorni scorsi – afferma Stefano Sebastiani dell’Associazione Esse- ho denunciato alcune irregolarità in seno al Gruppo Comunale di Protezione Civile del Comune di Montalto di Castro tra cui principalmmontalto di castro stemmaente il fatto che i volontari, ai sensi e per gli effetti delle leggi dello Stato che regolano tale disciplina, non dovrebbero risultare idonei all’impiego in servizio antincendio in quanto  non sono stati sottoposti all’annuale visita medica (scaduta a maggio 2016) che ne certifica l’idoneità all’impiego, ragione per la quale è addirittura prevista la cancellazione dal registro Nazionale.

Gli stessi Volontari sono intervenuti a spegnere incendi privi dei sistemi di difesa personale (le divise) poiché nonostante i 119mila euro che il comune stanzia per la protezione civile, senza specificare nel dettaglio come vengano usati, ad oggi molti volontari non hanno ancora la divisa. Svolgono spesso anche servizi di viabilità in violazione degli articoli 11 e 12 del codice stradale. Tutto ciò è un pericolo per i volontari alle prese con scenari che possono mettere a rischio la loro stessa vita. Il giorno 29 novembre, a poche ore dalla riunione del Gruppo Comunale, mi è stata notificata dai vigili la sospensione, firmata dal Responsabile del Servizio, dalle attività del gruppo di protezione civile. In serata mi veniva poi impedito di partecipare alla riunione del gruppo senza alcun valido motivo, poiché sebbene sia sospeso ho gli stessi diritti degli altri volontari. Tale provvedimento ha il solo scopo di far tacere chi si batte per i diritti dei volontari. Svolgo volontariato da oltre 20 anni tra Misericordia, Croce Rossa, Protezione Civile, Donatori del Sangue e la mia dedizione è ben conosciuta dai miei concittadini ma devo ravvisare solo in questo caso il provvedimento di questa Amministrazione che ha l’odore di una rivalsa politica.

Per quanto mi riguarda continuerò anche da esterno a difendere tutti i volontari e a denunciare pubblicamente ogni abuso o irregolarità. È triste dover constatare che c’è chi usa il volontariato per i propri scopi politici incuranti del danno che arrecano alla cittadinanza tutta.» ricordiamo che alle assemblee pubbliche una frase tipica del Sindaco è: “vi ricordate quando non si poteva parlare che subito arrivavano le rappresaglie?” si, me lo ricordo bene, sembra oggi!