Valentini: “La Regione investe in progetti di ricerca ad alto contenuto innovativo”

(NewTuscia) – ROMA – “Sette milioni di euro a sostegno dei progetti di ricerca ad alto contenuto innovativo e coerenti con la Smart Specialisation Strategy regionale. Ad investirli è la Regione Lazio, per promuovere ricerca e innovazione”. A dichiararlo è Riccardo Valentini, consigliere regionale del Pd e vice presidente della Commissione agricoltura del Lazio.

A beneficiare delle sovvenzioni saranno gli Organismi di Ricerca e Diffusione della Conoscenza (“OdR”), ovvero Università Statali, Istituzioni AFAM e gli Enti Pubblici di Ricerca vigilati dai Ministeri competenti (“OdR di Diritto”), i Consorzi Interuniversitari di Ricerca e gli altri Organismi, anche di diritto privato che rispondono alla definizione di OdR contenuta al punto 2.83 del Reg. (UE) 651/14 – RGE e che svolgono eventualmente attività economiche a condizione che queste non contribuiscono per più del 20% alla copertura dei costi dell’ultimo esercizio. Destinatari sono invece i Gruppi di Ricerca  composti da almeno 4 membri, dipendenti dell’OdR Beneficiario (inclusi assegnisti) anche appositamente assunti o oggetto di prolungamento di contratto (inclusi assegnisti e personale distaccato), dedicati alla realizzazione del Progetto di Ricerca. Il Coordinatore del Gruppo di Ricerca e responsabile scientifico del progetto deve essere titolare di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato con l’OdR richiedente già al momento della domanda (in qualità di professore, ricercatore o tecnologo) e avere esperienza di ricerca scientifica da almeno 10 anni ed avere già coordinato un progetto di ricerca che abbia avuto un finanziamento in ambito internazionale, europeo o nazionale.

“I progetti – spiega Valentini – che si dovranno realizzare in laboratori che si trovano sul territorio della Regione Lazio, dovranno puntare a realizzare strumenti e attività di supporto per programmi dedicati al trasferimento tecnologico a favore delle Imprese del Lazio e promuovere prestazioni svolte presso le Imprese del Lazio da personale con competenze scientifiche e tecniche”.

Ogni progetto sarà finanziato al 100% e ogni singolo gruppo di ricerca potrà richiedere un’agevolazione fino a 150mila euro. I progetti dovranno essere ultimati entro 26 mesi dalla data di concessione della sovvenzione e pagati e rendicontati entro 32 mesi dalla medesima data.

Le richieste di Sovvenzione possono essere presentate esclusivamente per via telematica compilando il formulario disponibile on-line nella piattaforma GeCoWEB, applicativo che richiede il preventivo accreditamento dei soggetti richiedenti, accessibile dal sito www.lazioinnova.it nella pagina dedicata all’avviso a partire dalle ore 12:00 del 1° dicembre 2016 e fino alle ore 18:00 del 15 febbraio 2017.