Terni. Stagione di prosa: al Secci due spettacoli di Giuliana Musso

(NewTuscia) – TERNI – Giuliana Musso al Teatro Secci di Terni la prossima settimana con due spettacoli nel cartellone della Stagione di Prosa. Mercoledì 30 novembre e giovedì 1 dicembre, alle 21, presenta il suo nuovo spettacolo Mio Eroe mentre sabato 3 dicembre, sempre alle 21, porta in scena, fuori abbonamento, Nati in Casa.
Mio Eroe. Il soggetto è ispirato alla biografia di alcuni dei 53 militari italiani caduti in Afghanistan durante la missione ISAF (2001- 2014), la voce è quella delle loro madri. Le madri che testimoniano con devozione la vita dei figli che non ci sono più, ne ridisegnano il carattere, il comportamento, gli ideali. Costruiscono un altare di memorie personali che trabocca di un naturale amore per la vita. Cercano parole e gesti per dare un senso al loro inconsolabile lutto ma anche all’esperienza della morte in guerra, in tempo di pace.
Nati in casa. Racconta la storia di una donna che fu levatrice in un paese di provincia di un nord-est italiano ancora rurale. Si nasceva in casa, una volta. Nei paesi c’era una donna che faceva partorire le donne. La “comare”, la chiamavano, era la levatrice, l’ostetrica insomma. Storia tutta al femminile, dunque, storia di una dedizione costante e quasi som¬messa al destino di una gente, che dura una vita e che non si risolve mai in un unico eroico gesto ma che rivoluziona il mondo dal di dentro, piano piano. Infatti questa vicenda non si trova nei libri di storia ma nel ricordo delle persone. L’ab¬biamo raccolta attraverso tante intervi¬ste e disegnata tracciando linee semplici tra un aneddoto e l’altro, memorie di fat¬ti eccezionali solo per chi li vive. Nati in casa è realizzato in collaborazione con la Casa delle Donne e Giuliana Musso incontra il pubblico venerdì 2 dicembre alle ore 17.30 presso la Casa delle Donne in Via Aminale.
I biglietti possono essere acquistati in prevendita presso il botteghino centrale del CAOS tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.