La musicista Chantal Dezeeuw a Perugia per due concerti sabato e domenica prossimi

loading...

(NewTuscia) – PERUGIA – Nel prossimo fine settimana,  grazie alle relazioni di gemellaggio tra Perugia e la città francese di Aix en Provence, sarà ospite in città  l’organista Chantal DeZeeuw, protagonista di due concerti organizzati dal Maestro Vladimiro Vagnetti.

Il primo, che si terrà sabato 26 novembre alle 18,30 all’Auditorium Marianum, vedrà la partecipazione anche de I Cantori di Perugia, oltre che dello stesso Maestro Vagnetti all’oboe.

Il secondo concerto è invece previsto per domenica 27 alla Chiesa di Sant’Ercolano alle 18,00 e ad accompagnare Chantal De Zeeuw all’organo saranno sia i Cantori di Perugia che il Coro Polifonico di Ponte Valleceppi.

L’arrivo a Perugia di Chantal DeZeeuw, Professoressa emerita del Conservatorio di Aix en Provence  e Responsabile dell’Organo della Cattedrale Saint-Sauveur è l’avvio di una collaborazione che vedrà nel prossimo la realizzazione di uno scambio fra cori delle due città gemelle.

Ingresso libero.

/QUESTO POMERIGGIO ALLE 18,00 PRESENTAZIONE DEI VOLUMI “ALLA LUCE DEL GRANDE NERO” A PALAZZO PENNA E “IL LEADER ETICO” ALLA SALA DELLA VACCARA.

Saranno presentati questo pomeriggio alle 18,00, rispettivamente al Salone d’Apollo di  Palazzo della Penna e alla Sala della Vaccara a Palazzo dei Priori, i volumi “Alla Luce del Grande Nero, Alberto Burri 1915-2015” e “Il leader etico” di Gaetano Mollo.

Il primo, edito da Quattroemme, è dedicato all’intervento di restauro del Grande Nero e di risistemazione dell’area circostante il monumento all’interno della Rocca Paolina. La pubblicazione del volume, interamente finanziata dalla ditta Cancellotti, che ha anche cofinanziato l’evento, raccoglie una ricca documentazione tecnica e fotografica che racconta la genesi, le diverse fasi di intervento e l’inaugurazione del restauro. Alla presentazione del volume interverranno, tra gli altri, l’Assessore alla Cultura del Comune di Perugia, M. Teresa Severini, Bruno Corà, Presidente Presidente della Fondazione Palazzo Albizzini-Fondazione Burri, Italo Tomassoni, che nel 1980 ideò e organizzò il celebre incontro Beuys-Burri, Carla Mancini (Kyanos), che ha eseguito e coordinato le operazioni di ripulitura del monolite, Fabrizio Mosci e Luigi Fressoia, che hanno progettato e diretto i lavori di risistemazione dell’area, il fotografo Francesco Bastianelli, che lo scorso anno espose all’interno del Museo civico di Palazzo della Penna alcune sue immagini inedite che ritraggono Alberto Burri al lavoro negli spazi dei seccatoi del tabacco di Città di Castello, e Bruna Manzoni, che ha curato tutti gli aspetti relativi alla comunicazione e promozione.

Sempre alle 18,00 alla Sala della Vaccara si terrà la presentazione del libro di Gaetano Mollo dal titolo il Leader etico (Morlacchi, novembre 2016), alla presenza dell’Assessore Diego Dramane Wagué e del giornalista Paolo Coletti.  “C’è bisogno oggi di tanti leader etici –sostiene l’autore- capaci di amministrare, coordinare, guidare istituzioni e associazioni nella massima trasparenza. I giovani leader etici vanno formati affinché siano in grado di attivare efficaci e democratici sistemi a rete per una nuovo civiltà della cooperazione.”

FABIO CALVETTI LITTLE TALES/INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA SABATO 26 NOVEMBRE ORE 18,00 EX CHIESA DELLA MISERICORDIA

Si aprirà sabato prossimo, 26 novembre, la mostra di Fabio Calvetti dal titolo Little tales, piccole storie, che resterà aperta nello spazio espositivo della ex chiesa della Misericordia di Via Oberdan fino all’11 novembre prossimo.

Venticinque le opere in mostra dell’artista toscano, artista apprezzato in campo internazionale e riconosciuto anche in Italia come uno dei maggiori talenti contemporanei.

Filo rosso della sua ricerca sono l’attesa, l’assenza, i silenzi dell’anima, uno spazio vuoto prolifico di domande. Spesso è protagonista una donna malinconica e sola calata in interni di case o bar sospesi nel tempo e nello spazio, altre volte protagonista è l’ambiente stesso, uno scorcio d’interno o di città notturna.

Calvetti ha esposto in tutto il mondo, dagli Stati Uniti alla Nuova Caledonia, dal Giappone alla Francia con mostre personali e collettive. In Giappone è stato inserito nell’importante progetto del World Artist Tour della Shiraishi Gallery, accanto a nomi del calibro di Tom Wesselmann e George Segal. Il suo percorso espositivo si è articolato tra Italia, Germania, Stati Uniti, concentrandosi soprattutto sulla Francia e Giappone: sue personali si sono tenute al City Art Museum a Kwangju in Corea, alla Shiraishi Gallery di Tokyo, alla Schortgen Gallery a Lussemburgo, al Crédit Mutuel de Bretagne a Brest, alla Galeria Artesanterasmo di Milano, al Shinjuku Park Tower di Tokyo, alla Galerie Tatiana Tournemine di Parigi, alla Galerie Hebecker a Weimar, alla Galerie Australe di Noumea in Nuova Caledonia, alla Daimaru Gallery di Osaka e alla Galerie Saint-Hubert di Lione. In Italia di rilievo la sue esposizioni al Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Arezzo, a Palazzo Venezia di Roma, alla Biblioteca Marciana di Venezia e nel Chiostro di Sant’Agostino a Pietrasanta.