“Oltre il lago. Intreccio di vite nel dramma della Seconda guerra mondiale”

(NewTuscia) – SAN LORENZO NUOVO – Sabato 12 novembre, a San Lorenzo Nuovo, alle ore 17.00, la Sala Consiliare del Comune ospiterà la presentazione del libro ‘Oltre il lago. Intreccio di vite nel dramma della Secondlago_bolsena_201304171103051_2k1tlb1bp6w4wczpsy6lrfpfga guerra mondiale’ di Mario Di Sorte e Claudio Biscarini, un volume, edito da Aska edizioni, frutto di una lunga ricerca da parte degli Autori, ricco di immagini e documenti di estremo interesse per la storia del secondo conflitto, un’opera in cui la storia dell’Italia in quegli anni di guerra rivive attraverso le vite della popolazione locale, a contatto con i protagonisti di quelle pagine drammatiche della nostra storia.

“Nel volume riporto le storie dettagliate di famiglie intere che, rischiando quotidianamente la pelle, accolgono militari sbandati, aviatori alleati abbattuti dalla contraerea o dai caccia tedeschi, soldati evasi dai campi di prigionia eretti in Italia” spiega l’autore Mario Di Sorte “Uomini braccati, taluni feriti magari solo nell’animo, diventano addirittura per mesi parte integrante, seppure occultata, di quella gente. A dispetto delle bombe alleate che cadono sulle loro teste, delle case distrutte e dei parenti rimasti uccisi, queste donne e questi contadini accolgono gli stranieri con coraggio e con affetto senza mai vedere in quei poveri cristi scesi dal cielo gli autori di tanta distruzione”.

Tutto inizia con la missione di un bombardiere americano che durante il conflitto mondiale cade nel lago di Bolsena. Dopo numerosi sforzi, Mario Di Sorte riesce a organizzare il recupero, dal profondo del lago, della torretta (oggi esposta con le sue mitragliatrici all’interno del Museo territoriale del lago di Bolsena) di quello che si rivelerà essere un quadrimotore B-17F americano, inabissatosi il 15 gennaio del 1944, il cui equipaggio abbandonò l’aereo gettandosi col paracadute nelle campagne di Grotte Santo Stefano, nei pressi di Viterbo. Vite che si fondono con quelle della popolazione locale e che, nello specifico, prendono il via da Grotte Santo Stefano, proprio dove dieci uomini appesi al paracadute scendono giù dal cielo nel tardo mattino del 15 gennaio 1944.

All’incontro, introdotto dai saluti del Sindaco di San Lorenzo Nuovo, Massimo Bambini, prenderà parte, insieme all’autore, il signor Biagio Stefani di Caprarola, testimone diretto delle vicende di quegli anni di guerra.

L’appuntamento è dunque per sabato 12 novembre a San Lorenzo Nuovo, alle ore 17.00, nella Sala Consiliare del Comune. L’ingresso è libero.