Ricerca, dal Lazio bandi per 132 milioni

loading...

(NewTuscia) – ROMA – Quasi 132 milioni per la ricerca nel Lazio: è quanto prevedono le azioni della Regione Lazio a sostegno del settore, presentate questa mattina dal presidente Nicola Zingaretti e dal vice presidente Massimiliano Smeriglio.

Al primo punto figura il nuovo bando Ricerca del 2016, rivolto a tutti i ricercatori del Lazio, che prevede un investimento complessivo di 7 milioni di euro e verrà pubblicato il prossimo 15 novembre. Ogni progetto sarà finanziato al 100% e ogni singolo gruppo di ricerca potrà richiedere un finanziamento fino a 150 mila euro. I progetti avranno la durata di 2 anni. La Regione Lazio prevede di finanziare oltre 50 nuovi progetti.

Inoltre, nell’ambito della nuova programmazione del Distretto tecnologico culturale (Dtc), la dotazione complessiva è di 41,7 milioni (20,7 milioni della Regione Lazio e 21 milioni di euro del MIUR). Sono previsti 5 grandi bandi per il nuovo Dtc: Centro di eccellenza alta formazione e polo innovazione, per 6 milioni; tecnologie per 5 siti/itinerari/monumenti del Lazio, con un finanziamento di 23,2 milioni; interventi di promozione e internazionalizzazione, per 3,5 milioni; intervento per il capitale di rischio, per 3 milioni; Centro di eccellenza tecnologie per lo spettacolo dal vivo, per 6 milioni. Quasi tutti i bandi per questi progetti verranno pubblicati nel corso del 2017.

Prevista poi una dotazione complessiva di 17 milioni di euro per le nuove edizioni del bando Ricerca: 7 milioni per la terza edizione (avviso pubblico ottobre-novembre 2017) e 10 milioni per la quarta edizione dello stesso bando (avviso pubblico gennaio –  2018). E ancora: programmi scientifici enti nazionali di ricerca per 6 milioni di euro (novembre – dicembre 2016), nuovi interventi del Por 2014-2020 la cui dotazione complessiva di competenza dell’assessorato alla ricerca è di 60 milioni di euro. I destinatari delle azioni saranno gli organismi di ricerca, grandi imprese, micro, piccole e medie imprese.

Tra le priorità che caratterizzano gli interventi da sottolineare il carattere strategico della ricerca per un nuovo modello di sviluppo fondato sulla conoscenza, la centralità degli investimenti in eccellenza scientifica e in capitale umano, la valorizzazione del ruolo della comunità scientifica attraverso percorsi di co-progettazione. Siamo di fronte a misure concrete, in settori specifici e di alta professionalità, capaci di dare un impulso vero a questo mondo.

Enrico Panunzi, Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio