Il sindacato dei vigili del fuoco Conapo incontra il Sindaco Caci

(NewTuscia) – MONTALTO DI CASTRO – Il sindacato CONAPO si è incontrato con il sindaco di Montalto di Castro Sergio Caci, in merito alla disponibilità da parte del comune di trovare una struttura idonea che possa ospitare il distaccamento fisso dei vigili del fuoco.

Il segretario Provinciale del sindacato autonomo Gianluca Cannone, ancora una volta denuncia la grave situazione della sicurezza sulla nostra costa .

 Sono anni che ci illudono con il servizio estivo che spesso veniva prolungato fino a dicembre, sostiene Gianluca Cannone , quest’anno nel silenzio, complice di amministratori  politici e sindacati vari, la stagione di servizio è terminata a settembre senza che nessuno battesse ciglio.

Non sono passati secoli che il sindaco di Tarquinia prometteva proteste ed interessamenti, alcuni obbiettivi sono stati raggiunti da parte del primo cittadino, infatti gli è stato assegnato da parte della Regione Lazio uno spazio prevalentemente per la protezione civile dove era stato ricavato un alloggio per i vigili del fuoco nel periodo assegnato.

 Troppo poco, ribadisce Cannone,oggi ci serve un sindaco che si faccia promotore non solo per la ricerca di spazi ma anche e soprattutto per il coinvolgimento di politici e alti dirigenti della nostra amministrazione affinché  vengano assegnati al nostro comando 20 / 25 unità in modo da poter garantire finalmente questa necessaria apertura di un distaccamento sul litorale.

 Ricorda il segretario del Conapo che avere una ventina di pompieri in più sulla provincia, allungherebbe  questa coperta oramai troppo corta che quotidianamente ci troviamo a dover tirare a destra e sinistra, giustificare ai Viterbesi che chiedono i nostri interventi.

 In questo periodo dove alcune unità sono quasi totalmente trasferite in zona sisma ed altre a giro vanno a prestarci servizio per periodi di otto giorni, il nostro comando è ulteriormente sotto stress, tutte le volte che abbiamo bussato a ” uomini “per il nuovo distaccamento ci è stato detto che Viterbo effettua pochi interventi in quella zona quando in passato in altre provincie, ne sono stati aperti con numeri molto inferiori ai nostri.

?????????????

Il Sindaco Caci, molto interessato alla proposta, ha detto di aver già parlato con il nostro comandante e che avrebbe provveduto ad interpellare i vertici del corpo per le richieste del caso, lo stesso primo cittadino ha parlato di alcuni locali disponibili in zona industriale all’incubatore di impresa che al momento è utilizzato solo in parte, li sarebbe già pronto sia la parte per gli uomini che quello per i mezzi.

In attesa che il Sindaco faccia i propri passi anche il Conapo farà le proprie mosse, oggi l’attenzione è tutta rivolta nelle zone del terremoto ma noi vigili del fuoco dobbiamo continuare a mantenere alta l’attenzione, non possiamo dimenticare che per un intervento a Tarquinia o Montalto partendo da Viterbo ci vogliono circa 50 minuti, con queste tempistiche, finisce lo scopo del nostro lavoro che è di “SOCCORSO TECNICO URGENTE”.

Il minimo che si possa ottenere nei prossimi giorni, in attesa di risposte concrete da Roma, è il ripristino del servizio A.I.B. per tutto l’anno, questo garantirebbe anche se solo di giorno una nostra  presenza sul territorio. 

Conapo