Carcere, Aurigemma: “Quanto accaduto a Rebibbia è la punta di un iceberg”

(NewTuscia) – ROMA – “La notizia della fuga di tre detenuti dal carcere di Rebibbia merita una riflessione molto attenta e precisa: infatti quest’episodio rappresenta, purtroppo, la punta dell’iceberg che riguarda il comparto sicurezza, che da anni reclama più attenzione. Innanzitutto l’emergenza più evidente è la crolazionica carenza di organico della polizia penitenziaria. E ancora: il contratto delle forze dell’ordine è scaduto da ben sette anni; inoltre, è necessaria una riparametrazione tra i vari livelli. Questi sono soltanto alcuni aspetti sui quali le categorie attendono risposte, invano, da troppo tempo. In merito poi alle assunzioni promesse dal governo Renzi, delle quali non si sa molto nello specifico, queste costituiscono soltanto una goccia nel mare. La realtà, infatti, ad oggi è caratterizzata da una oramai insostenibile precarietà e una profonda disorganizzazione, che riguarda tutto il comparto. Quindi, auspichiamo si possa ragionare su tali aspetti e speriamo vivamente che quanto avvenuto oggi alla fine non generi ripercussioni negative verso chi quotidianamente opera per la nostra sicurezza, e ai quali vogliamo rivolgere un plauso e un ringraziamento per il lavoro svolto, sempre con grande abnegazione e senso del dovere”.

Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.