I boschi incantati di Husqvarna. Oltre 30 Grandi Giardini Italiani tra i quali il Sacro Bosco di Bomarzo e il Castello Ruspoli di Vignanello

loading...

(NewTuscia) – VITERBO – Fino a fine novembre 2016 va in scena il foliage, il momento in cui i boschi danno spettacolo di sé con la colorazione autunnale delle foglie. Passeggiarci è un incanto.

Grandi Giardini Italiani e Husqvarna presentano il progetto ‘I Boschi incantati di Husqvarna’, un itinerario di 33 giardini imperdibili nei mesi autunnali, dove passeggiare tra i colori dei foliage e andare alla scoperta della  lunghissima storia di alberi e piante che qui vivono.

Come sappiamo, la cura dei boschi è fondamentale per valorizzare il patrimonio talvolta di alberi secolari, in ciascun giardino: con questo evento, Husqvarna, il più grande produttore di attrezzature professionali per la cura del bosco e del giardino, mette a disposizione dei proprietari dei più bei giardini visitabili in Italia il proprio know how specifico nella cura dei boschi.

In alcuni giardini verrà organizzata una lettura di fiabe per bambini sotto l’albero più importante di ciascun giardino, proprio per ricreare quell’ambiente incantato tipico del sottobosco, che produce fioriture estemporanee seminando un tappeto colorato e fiabesco. I genitori potranno fare una bella passeggiata e conoscere aspetti storici di questi luoghi: si imparerà ad esempio che nei Grandi Giardini Italiani il giardino è una parte di un quadro più complesso, anche agricolo, dove la silvicoltura in passato era importante per fornire legna da ardere.

Nell’arco di tre mesi quindi, sarà possibile assistere allo spettacolo della natura scoprendo esemplari rari, sia per genere che per vetustà, che verranno appositamente segnalati in ogni giardino.

 

L’elenco completo dell’itinerario ‘I Boschi incantati di Husqvarna‘, gli orari degli eventi e delle aperture sul sito www.grandigiardini.it.

Tra i Boschi incantati….

Dall’itinerario ‘I Boschi incantati di Husqvarna’, segnaliamo lo spettacolo della Valsugana dove l’immenso bosco alpino prende i colori magnifici, dal giallo oro, all’arancione fiammante al bordeaux intenso, per incorniciare le opere di Arte Sella.

In autunno si può vedere il cipresso nel Giardino Giusti a Verona, sotto il quale Goethe scriveva il suo diario di viaggio, o l’immensa distesa di boschi che partono dall’Oasi Zegna e accompagnano lo sguardo verso le montagne del Monviso.

2sacro-bosco-di-bomarzo_grandi-giardini-italiani_bIl Bosco incantato per eccellenza è Il Sacro Bosco di Bomarzo. Questo ‘folly’, nascosto tra i boschi del Viterbese, è una pietra miliare nella Storia dell’Arte. Immaginifiche sculture nascoste nella natura costituiscono un percorso esoterico pieno di suggestione.

Il parco della Reggia di Caserta si estende per 120 ettari e include Il Parco all’inglese voluto da Maria Carolina Borbone, sorella di Marie Antoinette. Suggerito dall’Ambasciatore inglese William Hamilton, il giardino deve ad un altro inglese, il botanico John Graefer, la sua straordinaria collezione di alberi.

L’uso degli alberi nei giardini all’inglese venne introdotto nel tardo settecento, per creare quell’effetto di giardino paesaggistico informale che quindi rende affascinante la salita fino in cima al Parco per scoprire esemplari che provengono da tutto il mondo. E proprio dal giardino all’inglese si può ammirare anche il maestoso acquedotto, progettato da Luigi Vanvitelli, per portare l’acqua da ben 41 kilometri di distanza: un vero capolavoro di ingegneria unico al mondo nel suo genere.

Da segnalare anche Villa Cicogna Mozzoni a Bisuschio (Varese), un’antica casa di caccia dove, nei suoi boschi si dice che gli antenati abbiano cacciato addirittura un orso!

Da non perdere anche la visita di Villa Melzi d’Eril con la sua elegante collezione di aceri giapponesi, alberi di piccolo taglio dal portamento raffinatissimo, dove ogni foglia pare dipinta a mano.

Scoprite poi i cipressi di palude che, sull’Isola del Garda (S. Felice del Benaco, BS), affondano le loro radici direttamente nel lago: sembrano delle sentinelle che proteggono la piccola isola dal vento.

Ecco i Giardini dell’Itinerario: 

LAZIO

– Giardini Botanici di Stigliano (Canale Monterano, RM): http://www.grandigiardini.it/eventi-scheda.php?id=1818

– Giardini della Landriana (Ardea, RM): http://www.grandigiardini.it/eventi-scheda.php?id=1826

– Castello Ruspoli (Vignanello, VT): http://www.grandigiardini.it/eventi-scheda.php?id=1832

– Sacro Bosco di Bomarzo (Bomarzo, VT): http://www.grandigiardini.it/eventi-scheda.php?id=1834

L’elenco completo dell’itinerario ‘I Boschi incantati di Husqvarna‘, che conta 33 giardini, si trova aggiornato con gli orari degli eventi e delle aperture, sul sito www.grandigiardini.it.

 

GRANDI GIARDINI ITALIANI

Grandi Giardini Italiani è la rete di giardini d’eccellenza fondata nel 1997 da Judith Wade, inglese di nascita ma italiana d’adozione.

Grandi Giardini Italiani, di cui fanno parte più di 120 giardini in 11 Regioni italiane, con l’aggiunta della Città del Vaticano, e che conta 8 milioni di visitatori all’anno, si pone come riferimento per il cosiddetto Horticultural Tourism, un settore in costante espansione grazie all’interesse culturale crescente di Italiani e stranieri verso il patrimonio pubblico e privato costituito dagli splendidi giardini all’italiana di cui il nostro Paese è ricco.

Grandi Giardini Italiani è un marchio di qualità e, grazie agli elevati standard di manutenzione e gestione richiesti ai giardini per entrare a far parte del network, è anche sinonimo di sensibilità alla cultura del verde.