Terni. Porta a porta: il deposito dei contenitori è consentito dalle 22 alle 8

(NewTuscia) – TERNI – In tutto il territorio del Comune di Terni si sta gradatamente passando alla modalità di raccolta dei rifiuti urbani porta e porta. Il Servizio di Raccolta porta a porta – ricorda anche l’Ufficio valorizzazione e gestione rifiuti del Comune di Terni – entra in funzione nel momento in cui vengono tolti i cassonetti stradali. Tutti i cittadini avranno in dotazione le nuove mastelle colorate. Per i condomini e le utenze non domestiche sono previsti appositi contenitori di dimensioni più grandi. Dal momento in cui scompaiono i cassonetti stradali deve essere rispettato il nuovo calendario perpetuo dei conferimenti, che viene consegnato dal gestore insieme al KIT, unitamente all’Abecedario dei Rifiuti e all’Opuscolo Informativo.

Il deposito sulla via pubblica dei contenitori dei rifiuti è consentito dalle ore 22 della sera precedente alle ore 8 del giorno della raccolta, ai sensi del nuovo Regolamento Comunale per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati (approvato con Delibera di Consiglio Comunale n.290 del 01/08/2016, art.16 comma n.5).

I rifiuti urbani, domestici o assimilati devono essere quindi tenuti all’interno dei luoghi di produzione fino al momento del conferimento in modo tale da evitare qualsiasi dispersione di liquidi e odori. I cittadini possono esporre i contenitori sulla pubblica via solo negli orari e con le modalità previste dal regolamento e devono riportarli in area privata una volta avvenuto lo svuotamento a meno che per il posizionamento non sia stata rilasciata una occupazione di suolo pubblico e i contenitori siano chiusi a chiave.
L’orario di esposizione indicato nel Regolamento deve essere rispettato anche qualora nei materiali informativi distribuiti dal gestore fosse riportata un’altra indicazione.

E’ possibile scaricare i calendari di conferimento in vigore nelle varie zone della città nel sito web di ASM Terni S.p.A. (http://www.asmterni.it/?page_id=4522 ).

Ancora aperto il bando per ottenere le compostiere domestiche

I cittadini possono inviare le domande di assegnazione attraverso un apposito modulo

Il Comune di Terni continua a promuovere l’introduzione del compostaggio domestico per la riduzione dei rifiuti organici, incentivandolo e fornendo, nei limiti delle disponibilità e attraverso un bando, delle compostiere in comodato d’uso gratuito.
“Il vantaggio principale per il singolo cittadino – si legge nel bando – è costituito dall’ottenimento, in casa e a costo zero, di un prodotto di altissimo valore fertilizzante, fino al doppio del potere nutritivo dei prodotti chimici in commercio. Il composto è in grado di rendere autosufficiente il terreno dal punto di vista nutritivo e arricchirlo in maniera del tutto naturale. La comunità intera beneficia dell’attività di compostaggio domestico per la riduzione dei costi e delle emissioni nocive legate alla raccolta, al trasporto e alla lavorazione del rifiuto umido”.
Per l’assegnazione delle compostiere, già dallo scorso mese di aprile, è stato emesso un bando: i soggetti destinatari sono tutti i cittadini regolarmente iscritti a ruolo per il pagamento della Tari del Comune di Terni ed in regola con i pagamenti.
L’utente titolare della Tari deve inoltrare, in regime di autocertificazione, domanda di assegnazione di una compostiera domestica.
Le domande formulate tramite la completa compilazione del modello A e corredate dalla copia di un documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore del modello, devono essere inoltrate al Comune di Terni attraverso uno dei seguenti canali:
•   via PEC all’indirizzo comune.terni@postacert.umbria.it
•   tramite posta al Dipartimento Qualità Urbana e del Paesaggio del Comune di Terni
•   con consegna diretta all’Ufficio Protocollo

Le domande vengono esaudite in ordine di ricevimento fino ad esaurimento della disponibilità delle compostiere.
I cittadini ai quali verranno fornite le compostiere sono tenuti ad utilizzarle con le modalità descritte nel bando.

Consiglio comunale, seduta convocata per mercoledì 26 ottobre

All’ordine del giorno l’approvazione del piano industriale 2016/2017 dell’Asm

Il consiglio comunale tornerà a riunirsi mercoledì 26 ottobre alle ore 15.30 a Palazzo Spada. All’ordine del giornol’approvazione del piano industriale 2016-2017 di Asm Terni SpA. A seguire sono in discussione alcuni atti d’indirizzo di maggioranza e d’opposizione su tematiche riguardanti l’Asm.
Si passerà poi alla discussione di un atto d’indirizzo (M5S) sull’ampliamento della rete di distribuzione di erogatori di acque su tutto il territorio comunale; di un atto d’indirizzo (Cecconi) sulla gestione del servizio di pubblica illuminazione.
All’ordine del giorno anche l’approvazione del regolamento delle Consulte di partecipazione territoriale; l’approvazione dello schema di accordo transattivo e l’adozione della variante parziale al Prg parte operativa per Borgo Rivo, via dell’Aquil; l’esame della proposta della seconda commissione consiliare per la stipula di un patto di amicizia con le popolazioni dei territori contaminati dal disastro di Chernobyl, in particolare con Slavgorod nella provincia di Moghilev; la discussione di un atto d’indirizzo (Melasecche) sul rimpasto di Giunta; la presa d’atto della relazione della commissione Controllo e Garanzia sul sistema museale CAOS. Infine saranno in discussione ulteriori diciannove atti d’indirizzo.