“Umbria eventi d’autore”: presentata la prima parte della stagione 2016/17

UMBRIA EVENTI D’AUTORE/ PRESENTATA LA PRIMA PARTE DELLA STAGIONE 2016-1017: MUSICA, COMICITÀ D’AUTORE E IL RITORNO DELLA GRANDE DANZA CLASSICA PER LA NUOVA STAGIONE UMBRIA EVENTI D’AUTORE

(NewTuscia) – PERUGIA – E’ stata presentata questa mattina al Salone d’Apollo di Palazzo della Penna la prima parte della Stagione Umbria Eventi d’Autore 2016/2017dell’ associazione Umbra della Canzone e della Musica d’Autore, a pochi mesi dal successo estivo di Music for Sunset.

Una stagione che sarà sotto il segno della musica di qualità e della comicità tra Perugia, Assisi e Foligno, come hanno sottolineato, nel corso della conferenza, la presidente dell’associazione, Lucia Fiumi e il direttore artistico Gianluca Liberali, alla presenza dell’assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Perugia Maria Teresa Severini e del Preside dell’Istituto Alberghiero di Assisi Aldo Geraci

“Quest’anno – hanno asseriscono gli organizzatori – abbiamo pensato di inserire alcune novità per accontentare i gusti di tutto il pubblico che, con costanza, ci segue sempre nei nostri eventi. In cartellone, oltre concerti e comicità d’autore, abbiamo fortemente voluto due spettacoli diversi dal solito. Dopo tanti anni abbiamo ripreso una performance di danza, arte che ogni anno ci accompagna sul Lago Trasimeno durante Music for Sunset e che vorremmo continuare a promuovere in tutte le sue forme, e la nostra scelta è caduta, per quest’anno, su uno dei balletti classici più famosi e intensi del mondo, Il Lago dei Cigni con i danzatori del prestigioso Balletto di Mosca, che avremo il piacere di vedere nella cornice del Teatro Morlacchi di Perugia. Altro spettacolo un po’ ‘fuori dagli schemi’ consueti della nostra stagione sarà Caravaggio di Vittorio Sgarbi che al Teatro Lyrick ci racconterà il genio e l’affascinante inquietudine del grande pittore milanese in modo molto suggestivo.”

“Una stagione varia e di qualità l’ha definita l’assessore Severini, che ha sottolineato di aver particolarmente apprezzato la dislocazione degli eventi in varie città della regione. “E’ importante la promozione del territorio attraverso gli eventi, soprattutto se consideriamo che questa stagione arriva in un momento in cui ci sono pochi appuntamenti, creando una continuità di offerta che va a coprire spazi altrimenti vuoti. E’ importante anche –ha concluso- l’accostamento di eventi culturali con momenti enogastronomici perché raccontano ciò che l’Umbria  può esprimere anche i termini di accoglienza, che poi è parte integrante dello spettacolo”.

ENZO ROSSI. DAL NEOCUBISMO ALL’ISTITUTO PER L’ARTE SACRA/Preview per la stampa domani GIOVEDI’ 13 OTTOBRE ALLE 12,00 AL MUSEO CIVICO DI PALAZZO DELLA PENNA

Si terrà domani, giovedì 13 ottobre, alle ore 12.00, presso il Museo civico di Palazzo della Penna, la conferenza stampa di presentazione della mostra dedicata all’artista, intellettuale ed educatore perugino Enzo Rossi, che rimarrà aperta dal 14 ottobre al 4 dicembre 2016. Questo evento è la seconda tappa di un itinerario espositivo iniziato a San Gemini, Palazzo Vecchio il 24 settembre scorso. A Perugia sarà presentato un più ampio numero di opere dell’artista (una sessantina, fra dipinti, ceramiche e disegni) e verranno inoltre allestite tre sezioni: i laboratori creativi dell’Istituto per l’Arte Sacra, l’omaggio a Lavinia Castellani Albanese e gli Artisti umbri a Villa Massimo, Roma.

Alla conferenza interverranno Teresa Severini, Assessore alla Cultura, Turismo e Università del Comune di Perugia, Enrico Crispolti, Massimo Duranti, Orietta Rossi Pinelli, Curatori della mostra.

“IO NON RISCHIO”: CAMPAGNA NAZIONALE PER LE BUONE PRATICHE DI PROTEZIONE CIVILE/ APPUNTAMENTO IL 15 E 16 OTTOBRE IN PIAZZA GRIMANA

Il 15 e 16 ottobre i volontari delle Associazioni di volontariato di protezione civile OVUS, Gruppo Comunale Perusia e UNITALSI della Regione Umbria saranno in piazza Grimana a Perugia.

Per il sesto anno consecutivo il volontariato di Protezione Civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il weekend del 15 e 16 ottobre 7.000 volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” in circa 700 piazze distribuite su tutto il territorio nazionale per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. A poco meno di due mesi dal sisma che ha colpito il centro Italia il mondo del volontariato, che insieme al Servizio Nazionale della Protezione Civile è in prima linea nella gestione dell’emergenza, si farà portavoce delle buone pratiche di prevenzione dei rischi.

Sabato 15 e domenica 16 ottobre, in contemporanea con altre piazze in tutta Italia, i volontari di protezione civile dell’associazione OVUS, Gruppo Comunale Perusia e UNITALSI  partecipano alla campagna con un punto informativo “Io non rischio” allestito a Perugia in Piazza Grimana per incontrare la cittadinanza, consegnare materiale informativo e rispondere alle domande su cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio terremoto.

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’edizione 2016 coinvolge volontari e volontarie appartenenti alle sezioni locali di 27 organizzazioni nazionali di volontariato di protezione civile, nonché a gruppi comunali e associazioni locali.

In occasione di tale iniziativa, l’Assessore Barelli ha sottolineato l’importanza della corretta informazione in materia di Protezione Civile ed il notevole contributo che le Associazioni di volontariato assicurano, non solo in fase di emergenza ma anche nelle attività di prevenzione dei rischi.

III Simposio sull’impatto delle Politiche Giovanili a livello regionale e locale

Si è tenuto ieri nella sede della Regione Umbria a Bruxelles l’incontro che ha visto i rappresentanti del Forum Regionale dei Giovani, del Forum Nazionale Giovani, la Presidente della Regione Catiuscia Marini e l’Assessore al Commercio, Artigianato e Mobilità del Comune di Perugia Cristiana Casaioli confrontarsi sul tema delle politiche giovanili locali e il percorso di protagonismo delle associazioni giovanili di Perugia e dell’Umbria.

Lo scambio di opinioni e di esperienze è, quindi, proseguito anche con alcuni parlamentari europei e di altre regioni e con membri delle associazioni del Forum Europeo, in virtù dell’importanza e della centralità, ad ogni livello, del confronto di buone prassi e dei processi di protagonismo territoriale dei giovani.

L’evento è stato anche occasione per firmare il Protocollo d’Intesa tra Regione Umbria, Comune di Perugia e Forum Regionale dei Giovani dell’Umbria, che conferma e sancisce l’impegno al processo di candidatura di Perugia a Capitale Europea dei Giovani per il 2019 e a supportare il progetto in caso di vittoria.

“Vorrei innanzitutto ringraziare il Forum dei giovani –ha sottolineato la Presidente Catiuscia Marini-  per aver scelto di inserire la loro iniziativa nell’ambito degli eventi della settimana europea delle regioni e delle città. Meglio conosciuto come gli “Open days”, questo evento da quattordici anni è organizzato dal comitato delle regioni d’Europa insieme alla Commissione ed al Parlamento europeo per offrire ai cittadini la possibilità di conoscere meglio le politiche europee che hanno un impatto diretto sulle comunità locali ed è, altresì, anche l’occasione per conoscere le migliori pratiche da parte delle regioni e delle autorità municipali nell’utilizzo delle risorse comunitarie”.

L’iniziativa del “forum” è importante ai fini del sostegno di Perugia quale candidata al titolo di capitale europea dei giovani. Proprio i giovani sono i protagonisti della ricostruzione della fiducia verso l’Europa, grazie anche a progetti come l’Erasmus, che hanno permesso a migliaia di giovani di tutti i Paesi d’Europa di conoscere nuove culture, girare il vecchio continente e poter così realizzare il grande sogno dei padri fondatori dell’Unione Europea di costruire i nuovi cittadini europei.

“Da sempre la città di Perugia sostiene l’autonomia e la creatività dei giovani –ha affermato l’Assessore Cristiana Casaioli, in rappresentanza del Comune di Perugia, che è capofila della  Candidatura della città a capitale Europea dei Giovani 2019- per costruire una città youth-friendly, grazie alle oltre 100 associazioni giovanili e ai più di 50.000 studenti di 15 scuole superiori, ai 6 istituti di istruzione superiore e 4 Università. Nei primi mesi del 2016, abbiamo deciso di supportare nuovamente la candidatura di Perugia al titolo Capitale Europea dei Giovani (EYC) per il 2019, creando un progetto ancora più forte, le cui attività sono decise e coordinate dai giovani. È un processo che parte dai giovani e torna ai giovani, in un percorso alla pari che trova nelle istituzioni locali un compagno di viaggio e crescita”.

Un segnale importante è venuto dall’approvazione del progetto “Officine Fratti – Creative Space” presentato dal Comune di Perugia tramite l’Ufficio Politiche Giovanili insieme al Forum Regionale dei Giovani dell’Umbria, che ha l’obiettivo di promuovere percorsi di rigenerazione del centro storico attraverso l’imprenditorialità giovanile. L’amministrazione crede fortemente in una città contemporanea in cui i giovani sono attori a 360 gradi che propongono soluzioni e sono il motore della rigenerazione continua del territorio”.

Gabriele Biccini, Portavoce del Forum Regionale dei Giovani dell’Umbria, è intervenuto sottolineando l’importanza di una vision trasversale legata alle politiche giovanili, mettendo in evidenza il processo di dialogo strutturato avviato con la costruzione della Legge Regionale e tramite il processo di candidatura con il Comune di Perugia.