Inaugurazione del Mercato Umbro Provenzale a Tübingen

NUCLEO OPERATIVO SICUREZZA URBANA/PESENTATO QUESTA MATTINA DAI SINDACI DI PERUGIA, ANDREA ROMIZI, E DI TERNI, LEOPOLDO DI GIROLAMO

(NewTuscia) – PERUGIA – Presentato ufficialmente questa mattina il Nucleo Operativo di Sicurezza Urbana previsto dal Protocollo d’Intesa sulla Sicurezza Urbana firmato dai Sindaci di Perugia e Terni lo scorso 25 gennaio.

A farne parte sono stati individuati soggetti che, a vario titolo, si sono distinti per esperienza e impegno sulle tematiche della sicurezza. A rappresentare il Comune di Perugia all’interno del NOS saranno, quindi,  il consigliere Comunale Michelangelo Felicioni e il dott. Franco Parlavecchio, mentre per il Comune di Terni il Maggiore Alessandra Pirro, il consigliere comunale Renato Bartolini e, in qualità di coordinatore, il delegato del Sindaco Di Girolamo alla sicurezza Daniele Pace. Insieme a loro, quale supporto di assistenza tecnica, la società Performer Spa, che si  è aggiudicata il bando previsto dal protocollo lo scorso giugno.

Compito del Nucleo Operativo è di fungere da “cabina di regia” per l’individuazione e la realizzazione concreta delle varie iniziative sulla sicurezza nelle due città. Attività che non mancheranno di coinvolgere –come è stato più volte ribadito nel corso della presentazione- anche le forze dell’ordine, le istituzioni territoriali e i cittadini stessi, così come l’intera rete di relazioni dei due enti.

“Abbiamo iniziato la condivisione di questo percorso –ha detto il Sindaco Romizi in apertura- con pragmatismo e convinzione, nella consapevolezza che ci debba essere una sicurezza partecipata e un’amministrazione partecipata. E’ importante, sul fronte della sicurezza più che mai, essere presenti sul territorio, dialogare e condividere. Senza dimenticare –ha concluso- che i due capoluoghi di provincia della regione possono essere un esempio anche per altri comuni nell’avvio di buone pratiche diffuse.”

Data la grande importanza attribuita ai temi della legalità e della sicurezza urbana sia dal Sindaco Romizi che dal Sindaco Di Girolamo, si è già cominciato, dunque, declinare l’operatività del protocollo in maniera trasversale, dall’istruzione, con iniziative nelle scuole, alla promozione dell’inclusione sociale, al rafforzamento della capacità delle istituzioni di far fronte alle esigenze di sicurezza della cittadinanza.

“Nella nostra città –ha spiegato il Sindaco Di Girolamo- si sono di recente verificate emergenze che hanno reso l’esigenza della sicurezza prioritaria per la città. Con la firma del protocollo abbiamo voluto, Perugia e Terni, mettere insieme le nostre esperienze e soprattutto delineare prospettive future comuni, a cui oggi si aggiunge un altro tassello con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei nostri cittadini.”

Concordi sulla necessità di costruire una sicurezza urbana partecipata, che se da un lato è un diritto del cittadino, dall’altra è anche una responsabilità per lo stesso, si sono detti i componenti del NOS, che hanno ribadito peraltro come oggi le politiche della sicurezza non siano più solo fatte di repressione e prevenzione della criminalità, ma anche di lotta al degrado urbano, di educazione delle nuove generazioni, di nuovi strumenti di reperimento delle risorse e di presenza costante sul territorio.

 

Dal “Giorno del dono” ad un mese di “donazioni in Comune”. Un convegno “Welfare 4.0” e una mostra fotografica
per i 50 anni di Avis Perugia/
tutti gli eventi presentati questa mattina

Presentate questa mattina le numerose iniziative in cantiere per il mese di ottobre di Avis Perugia, in collaborazione con il Comune di Perugia.

Il primo appuntamento in programma è per sabato 1 ottobre 2016 alle ore 10,00 con il convegno “Welfare 4.0 – I nuovi strumenti per il sociale e la salute”, che si terrà presso la Sala Conferenze della Galleria Nazionale dell’Umbria a Palazzo dei Priori. Un incontro in cui varie associazioni di volontariato e i creatori di innovative tecnologie ad esse dedicate si confronteranno su come i nuovi mezzi di comunicazione e internet abbiano rivoluzionato anche il sociale. Il convegno Welfare 4.0 è uno dei tre convegni dell’evento “CITTA’ 4.0” che si svolgerà a Perugia dal 30 settembre al 1 ottobre, organizzato dall’associazione Asi Umbria in collaborazione con il Comune di Perugia, sostenuto e promosso dalla Cooperativa Servizi Associati e AVIS Perugia, che da diversi anni ormai porta avanti una campagna di comunicazione incentrata proprio sulle nuove tecnologie, al fine di mettere in rete i propri soci e sensibilizzare nuovi donatori.

Secondo appuntamento per il mese di ottobre è il 4 ottobre 2016 con l’adesione di Avis Perugia e il Comune di Perugia al “Giorno del Dono”, dedicata al valore della generosità. Aderendo a questa iniziativa nazionale il Comune di Perugia si è impegnato con l’associazione di donatori di sangue perugina in una campagna di sensibilizzazione verso la donazione rivota ai tutti i dipendenti comunali e alla classe politica del Municipio. Dal 4 al 16 ottobre 2016, infatti, i dipendenti e i politici comunali potranno recarsi presso il Centro Trasfusionale dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia per donare.

Altro importante appuntamento è quello con la mostra organizzata da Avis Perugia per ricordare i suoi 50 anni di attività. Un mostra che vedrà esposte foto, video, ma anche tanti ricordi e progetti che in questi anni l’associazione perugina ha sviluppato. La mostra, in programma dal 29 ottobre al 6 novembre 2016 presso la Rocca Paolina a Perugia, vedrà il coinvolgimento anche di tantissime altre associazioni del territorio perugino.

“Questo progetto, realizzato in collaborazione con il Comune di Perugia – dice il Presidente Avis, Fabrizio Rasimelli – vuole essere da esempio a tutti. Speriamo che coinvolgendo in primis i rappresentanti istituzionali della nostra città che si sono impegnati a donare, anche i cittadini perugini possano seguire l’esempio. È importante che passi il messaggio che donare è bene, ma non bisogna farlo solo quando c’è un’emergenza, come è stato per il tragico terremoto che ha colpito il Centro Italia. Donare è importante sempre, per questo invitiamo tutti alla donazione costante e continuata. Siamo contenti che, oltre al Comune, anche altre importanti realtà del territorio come Nestlé Perugina e Gesenu ci abbiamo chiesto di creare gruppi di donatori di sangue al loro interno, perché significa che questa sensibilità al dono si sta sviluppando.”

“Quello che andiamo a fare il 4 ottobre e nei giorni successivi donando il sangue non è una sfilata, ma un piccolo e speriamo significativo gesto che vorremmo fosse da esempio –ha detto il Presidente del Consiglio comunale Leonardo Varasano- un gesto che ci permette di superare le nostre paure e ci ricorda che siamo tutti della stessa natura.”

La conferenza è stata anche l’occasione per ricordare, da parte dell’Assessore Wagué, affiancato dalla dirigente Migliarini, che la donazione del sangue, così come quella degli organi e dei tessuti, si può indicare anche al momento della richiesta della carta di identità, in piena libertà e consapevolezza.

La conferenza stampa di oggi è stata anche occasione per ringraziare le tantissime persone che in queste settimane di emergenza hanno deciso di donare. “Proprio in questi giorni – spiega Rasimelli – abbiamo inviato una lettera di ringraziamento agli oltre 500 donatori di sangue che si sono recati al Centro Trasfusionale dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Ci ha colpito positivamente la notevole presenza dei giovani, numerosi e partecipi alla causa, motivo di grande orgoglio civico, rappresentate un patrimonio per il futuro dell’intera collettività. A tutti loro va il nostro Grazie unito a quello della Comunità intera, ricordando a tutti che il SIT (servizio ImmunoTrasfusionale) è aperto dal lunedì al sabato e poi ogni terza domenica del mese”.

 

MERCATO UMBRO PROVENZALE A TÜBINGEN/ L’ASSESSORE CASAIOLI: “OCCASIONE UTILE PER PROMUOVERE LE ECCELLENZE DEL NOSTRO TERRITORIO”

Perugia è città ospite della 21° edizione del Mercato Umbro Provenzale, in programma a Tübingen dal 14 al 18 settembre 2016, sulla quale si indirizza l’attenzione non solo delle migliaia di visitatori (ne sono attesi 100.000) ma anche quella dei media locali.

Il Comune di Tübingen ha invitato quest’anno una delegazione ufficiale del Comune di Perugia, in virtù del lungo e proficuo gemellaggio che lega le due città.

A guidare la delegazione perugina è l’Assessore al commercio, artigianato e mobilità Cristiana Casaioli,  delegata dal Sindaco a rappresentare la nostra città.

La città di Perugia ha a disposizione uno spazio dedicato alla promozione culturale e turistica nel quale vengono proiettatI video su Perugia, è in distribuzione materiale turistico, con particolare attenzione rivolta alla promozione del progetto ArtBonus e della candidatura di Perugia a Capitale Europea dei Giovani 2019. Un focus è dedicato alle opportunità di accoglienza alberghiera nel nostro territorio, anche per dare ai cittadini tedeschi una corretta informazione riguardo sul sisma che ha colpito il centro Italia lo scorso 24 agosto; è stato precisato che Perugia non è stata danneggiata ed è visitabile in piena sicurezza.

Venticinque sono i banchi di prodotti umbri e perugini presenti al mercato, a rappresentare la migliore enogastronomia locale, accanto a svariate produzioni di artigianato di qualità, che compongono il mercato insieme ad operatori di Aix en Provence e della stessa Tübingen.

Ad animare il caratteristico mercato anche la Street band perugina Takaband, che ha portato l’allegria e l’espressione di una tipica atmosfera italiana.

“L’attività del nostro stand- riferisce l’assessore Cristiana Casaioli – sta funzionando molto bene. Sono tantissimi i cittadini di Tubingen che si sono avvicinati con interesse per chiederci informazioni più dettagliate su Perugia ed i prodotti del nostro territorio.”

La presenza della Città di Perugia a Tubingen è stata un’occasione importante, come accennato, anche per rassicurare sulla situazione di Perugia in relazione al recente sisma.

“Sia nell’ambito dello stand istituzionale che nel corso delle trasmissioni in cui siamo stati ospitati e delle interviste rilasciate –ha spiegato l’assessore Casaioli- abbiamo avuto l’opportunità di correggere un messaggio sbagliato che si è diffuso, spiegando che Perugia non è stata toccata dal sisma e non ha subito danni di alcun genere, pur avendo garantito il pieno sostegno alle popolazioni terremotate”.

“Ci dispiace – ha proseguito l’assessore – che molti cittadini tedeschi siano convinti che Perugia sia una meta turistica attualmente sconsigliata per via del sisma. Addirittura, proprio a Tubingen, si sta effettuando una raccolta fondi finalizzata al sostegno delle popolazioni terremotate dell’Umbria e di Perugia.”

Resta, comunque, la soddisfazione per la positiva trasferta di Tubingen, le cui finalità sono – conclude Casaioli – “di dar vita ad un’azione di promozione con l’obiettivo di aiutare e sostenere le nostre imprese in un momento non facile dal punto di vista economico, commerciale e finanziario per tutta l’Italia e far capire ai cittadini stranieri che nel nostro territorio vi sono grandi eccellenze che vogliamo in ogni modo valorizzare”.