Antenne di Miranda, lunedì una seduta di consiglio aperta e altre notizie da Terni

Antenne di Miranda, lunedì una seduta di consiglio aperta

(NewTuscia) – TERNI – Il consiglio comunale è stato convocato dal presidente Giuseppe Mascio per lunedì 19 settembre alle ore 15.30 a Palazzo Spada per una seduta straordinaria ed aperta dedicata alla situazione degli impianti di trasmissione di Miranda ed in particolare sulla verifica dello stato di attuazione della delibera di consiglio 556 del 29 dicembre 2015, oltre che per la discussione di un piano operativo per la delocalizzazione delle antenne di Miranda, con il relativo cronoprogramma e la copertura finanziaria.
La convocazione – precisa la presidenza del consiglio – era stata richiesta dal Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle con nota dell’8 agosto scorso ai sensi del comma 3 dell’articolo 36 dello Statuto del Comune.
Alla seduta sono stati invitati a partecipare, oltre ai tecnici comunali, i rappresentanti dei gestori degli impianti, di Arpa, Asl, del comitato dei cittadini ed i presidenti provinciali degli ordini degli ingegneri, degli architetti, dei geometri, dei periti industriali, dei medici, dei medici veterinari e dei geologi.
La seduta di lunedì, come di consueto, sarà trasmessa in diretta streaming dal sito web del Comune di Terni e potrà essere ascoltata su Mep Radio in FM sulla frequenza 95.6.

Il consiglio comunale da oggi anche su Mep Radio

Le sedute del consiglio comunale di Terni, oltre ad essere trasmesse in diretta streaming dal sito web del Comune, possono ora essere ascoltate anche a Terni in diretta radiofonica grazie a Mep Radio.
L’emittente radiofonica con sede a Rieti, da alcuni mesi ha iniziato a trasmettere in diretta i lavori consiliari da Palazzo Spada nelle aree della provincia di Rieti ed in parte dell’Umbria, ma dalla scorsa settimana può essere ascoltata in FM anche nella conca ternana sulla frequenza di 95.600.
Il servizio di comunicazione istituzionale viene offerto da Mep Radio in forma gratuita per il Comune, in collegamento con lo streaming realizzato grazie alle apparecchiature della sala consiliare ed è stato illustrato stamattina dai responsabili dell’emittente radiofonica al presidente del consiglio comunale Giuseppe Mascio, all’ufficio di presidenza e alla conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari.
Mep Radio svolge servizi analoghi anche per il consiglio regionale dell’Umbria (mettendo in onda le sedute e il notiziario quotidiano alle 19.50) e per i consigli comunali di Spoleto, Norcia e Cascia.
Mep Radio in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e con il Centro Europe Direct Terni, mette in onda anche le trasmissioni “22 minuti – Una settimana d’Europa in Italia” e “Un libro per l’Europa”, due programmi di Studio Europa, la redazione della Rappresentanza della commissione Ue in Italia.

Buoni libro: da lunedì 19 settembre le domande per l’anno scolastico 2016/2017

Potranno essere presentate fino al 17 ottobre a mano presso l’Ufficio Servizi educativi e scolastici, con posta elettronica certificata, raccomandata o fax

Da lunedì 19 settembre si potranno presentare le domande per i buoni libro. Lo rende noto l’Ufficio Servizi educativi e scolastici del Comune di Terni. La scadenza per la presentazione delle domande quest’anno è fissata al 30 ottobre.
I beneficiari del buono libro sono gli studenti residenti nel comune di Terni, iscritti alle scuole secondarie di primo grado (ex scuole medie inferiori) e secondarie di secondo grado (ex medie superiori) pubbliche e paritarie, appartenenti a nuclei familiari con ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a € 10.632,94.
Le domande possono essere presentate a mano presso l’Ufficio Servizi educativi e comunali (Corso Tacito 142 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12; il martedì e il giovedì dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 15,30 alle ore 17) e può essere inviata anche per posta elettronica certificata (indirizzo PEC: comune.terni@postacert.umbria.it),  per fax (n. 0744.433976); tramite raccomandata a.r. (indirizzo: Comune di Terni, Dipartimento Promozione Sistema formativo e sociale – Servizi Educativi e Scolastici, corso Cornelio Tacito 146). Tutte le modalità e i moduli per la presentazione delle domande possono essere consultate e scaricate all’interno del sito web del Comune di Terni nella sezione formazione e scuola, nel menù “Servizi” a questo link.

Un ricco calendario su arte e archeologia in biblioteca comunale di Terni

Il segreto di Giotto: venerdì 16 settembre il primo degli incontri mensili organizzati in collaborazione con il Gruppo archeologico DLF di Terni

Riprendono venerdì 16 settembre gli appuntamenti del Gruppo Archeologico DLF di Terni al caffè letterario della biblioteca comunale di Terni con incontri mensili che proseguono fino a giugno. “Quest’anno – dichiara Maria Cristina Locci, responsabile del Gruppo Archeologico – siamo giunti al traguardo del quindicesimo anno di un’attività portata sempre avanti con estremo entusiasmo ed infinita passione.” Il primo incontro sarà arricchito da musiche e proiezioni inedite sul tema “Il segreto di Giotto: un viaggio iniziatico nella Cappella degli Scrovegni”.
Relatore sarà Paolo Chiatti, ingegnere, guida turistica e appassionato d’arte che concentrerà la sua attenzione su quel capolavoro che, a distanza di secoli, non smetterà di destare stupore e meraviglia. L’appuntamento è previsto il 7 ottobre con Giovanni Luca Delogu, funzionario storico dell’arte, Soprintendenza Belle Arti e paesaggio dell’Umbria sulla nuova cappella del Duomo di Orvieto.

Cecconi (FdI): “Su inceneritori e rifiuti, contraddizioni del M5S”

Il consigliere d’opposizione ha diffuso stamattina una sua nota in proposito

Il presidente del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia a Palazzo Spada, Marco Celestino Cecconi ha diffuso stamattina una nota. Eccone il testo.
“Non basterà infuriarsi per l’indebita ingerenza degli americani nelle faccende referendarie italiane a sostegno di Renzi, se poi si scivola su una buccia di banana sudamericana e si confonde il Venezuela con il Cile, come ha fatto l’ottimo Di Maio, parlamentare pentastellato che di errori – ultimamente – ne sta infilando un po’ troppi. La furia contro le ingerenze è sacrosanta, ma gli sfondoni, oggettivamente, rovinano tutto. Non basterà parlare della possibile riapertura dell’inceneritore Terni Biomasse, per farci dimenticare che – se a Terni il M5S è komeinisticamente contrario a qualunque incenerimento – la sindaca di Roma Virginia Raggi a tutt’oggi non vede altro destino per i rifiuti della Capitale, se non quello di farli appunto bruciare, magari fuori-città (la sua).

Per i grillini, il no all’inceneritore vale solo dove sono all’opposizione? Non basterà ricordare come è perché sono stati adottati provvedimenti di sospensione dell’impianto di Terni Biomasse, se poi si omettono alcuni dettagli fondamentali e si sorvola sul fatto che in quei provvedimenti erano contenute alcune prescrizioni a carico della Società a cui la Società sembrerebbe aver ottemperato, caricandosi delle onerose sanzioni comminate per le irregolarità commesse.

Per i grillini, la legge vale solo quando fa chiudere qualcosa oppure deve essere applicata anche quando dovesse imporre la riapertura? Non basterà fare il processo alle intenzioni di palazzinari, corrotti e corruttori – che magari potrebbero essere semplicemente neutralizzati governando per bene (con rispetto parlando) – per giustificare un eventuale sciagurato no alle Olimpiadi a Roma: Olimpiadi che (giusto per dire) potrebbe rappresentare una formidabile opportunità anche dalle nostre parti. Magari non basterà, ma noi nelle opportunità di rilancio dell’area ternana legate allo sport ed alle ad infrastrutture che potrebbero essere rilanciate o costruite ex novo (da Piediluco al Centro per gli sport motoristici) non abbiamo mai smesso di crederci. E i palazzinari e i corrotti o i corruttori non ci fanno paura, né abbiamo mai pensato di esorcizzare il male rinunciando al bene.

Non basteranno i commenti livorosi sulle percentuali elettorali di questo o quel partito, ad evitare la fuga di consensi che le vicende romane stanno già provocando tra i sostenitori delusi del M5S. Non basterà impapocchiare mele e carciofi, Terni Biomasse e Virginia Raggi, per cercare di recuperare terreno e giocare a fare la parte delle vittime e degli eroi, tanto per cambiare. Non basteranno furori e inesperienze giovanili, per dismettere i panni della minoranza e diventare forza di governo”.