Aggressione a Porta Romana: oggi gli interrogatori per Marco Marcelli e la compagna

(NewTuscia) – VITERBO – Lesioni gravissime. E’ questa l’accusa per Marco Marcelli e la compagna M.C.C. che, nella giornata di lunedì pomeriggio, intornao alle 17.30, si sono resi protagonisti di un’aggressione nei pressi della stazione di Porta Romana nei pressi del Country Bar.

Non sono ancora chiari i veri motivi dell’aggressione, che ha provocato un ferito grave, uno dei dipendenti del bar, colpito alla gola da una bottiglia di vetro, il titolare dell’attività e l’altro collaboratore. Lpolizia stradale1a donna avrebbe fermato la reazione uno dei dipendenti, mentre l’altro sarebbe stato colpito da una bottiglia in vetro che, con un pezzo della stessa, avrebbe ferito alla gola il dipendente, cui sono stati necessari 40 punti di sutura.

Sul posto sono immediatamente intervenuto gli uomini della Squadra volante e della Mobile di Viterbo, che hanno provveduto ad arrestare la coppia, lui un italiano 51enne e la compagna rumena di 30.

Stamattina il giudice interrogherà Marco Marcelli e M.C.C., quest’ultima reclusa a Civitavecchia. Dovranno essere ricostruiti tutti i particolari della vicenda che, in pochi minuti, ha portato a una violenza inaudita. La pista principale rimane un litigio tra i due arrestati cui il gestore e i dipendenti del bar avrebbero cercato di porre fine, ma è solo un’ipotesi. In particolare dovrà essere chiarito perché sia stata tanta violenza e come si siano, nel concreto, sviluppati gli atti di violenza.

 

 

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21