Il punto sul calcio della Tuscia del 07/09/2016

Vincenzo Castagna

Oliva (Capranica)
Soddisfazione derby

(NewTuscia) – CAPRANICA – E’ stata la domenica di Sergio Oliva. Vincere un derby alla prima di campionato sulla panchina del Capranica e per giunta sul campo del Ronciglione, sua ex squadra che lo aveva esonerato appena cinque mesi fa rappresenta qualcosa di straordinario per il tecnico che ringrazia ovviamente l’altro ex tanto atteso della gara: quel Manuel Vittorini che un anno fa sbagliò qualche rigore di troppo con la maglia dello United e che questa volta è stato freddo a preciso nello spiazzare Iacomini e consegnare tre punti d’oro alla sua nuova squadra.
E’ un Sergio Oliva stremato e senza voce quello ascoltato al termine della partita che ha visto il suo Capranica vincente in casa dei cugini ronciglionesi: “Non poteva esserci debutto migliore. Sofferto, giocato meglio ed in dieci uomini. Abbiamo creato occasioni e l’abbiamo fatto, dovevamo soffrire in dieci e siamo stati bravi. Non è una gioia doppia, ma una soddisfazione che è cosa ben diversa. Primo perché fino a tre giorni fa avevo tredici giocatori. La società mi ha regalato questi rinforzi e li abbiamo ripagati con questa gioia”.
Rammarico e delusione in casa Ronciglione United. Mister Marco Scorsini prova a spiegare così la sconfitta: “Siamo stati bravi la prima mezz’ora dove abbiamo schiacciato il Capranica e colpito un palo con Franchitti. Poi ci siamo rilassati troppo non approfottando della loro inferiorità numerica. Come avevo detto alla vigilia non dovevamo fidarci del Capranica ed avevo già sostenutcapranica calcioo che siamo in una condizione fisica ancora da migliorare come l’intesa di squadra. Purtroppo c’è il problema anche del campo, dopo mezz’ora era diventato una spiaggia. E per chi vuole fare calcio diventa una penalizzazione. Dobbiamo correggere molte cose, il calendario non ci aiuta perchè domenica avremo una difficile trasferta sul campo dell’Atletico Ladispoli”.
Per Scorsini una delusione doppia visto che ieri ha perso anche l’imbattibilità che lo vedeva non perdere le proprie gare casalinghe di Promozione da ben 70 partite tra Montefiascone, Anguillara e Cassino: “I numeri ed i record sono fatti per essere sfatati. Purtroppo questa volta è toccato a me. Andremo a prenderci in trasferta quanto perso”.

Inizio sofferto per il Corneto Tarquinia

Non è iniziato nel migliore dei modi il campionato della Corneto Tarquinia sconfitta all’esordio al Bonelli dalla Pescatori Ostia uscita vincitrice grazie ad un calcio di rigore. Penalty che invece non hanno sfruttato i rossoblu di mister Sperduti che hanno perso l’occasione di portarsi in vantaggio nel primo tempo.
Il fantasista Luigi Trebisondi analizza così il match: “Un bel po’ di sfortuna. Siamo partiti bene abbiamo costruito un paio di occasioni e sbagliato un calcio di rigore con Pastorelli che ha colpito il palo interno e poi è uscita fuori. Non siamo stati capaci di sfruttare nemmeno la superiorità numerica dopo l’espulsione di Tumino. Nella ripresa la Pescatori ha trovato il calcio di rigore e si è portata a casa la partita”.
Un ko che per l’ex trequartista del S.Severa non deve destare particolari allarmi visto che la stagione è appena iniziata: “Abbiamo fatto solo un’amichevole nel precampionato. La squadra è nuova ma ha bisogno di affiatamento. Siamo una buona rosa, non dobbiamo farci prendere dalla frenesia. Questo sarà un campionato equilibrato, tranne Montespaccato e Monti Cimini che faranno corsa a sé per il resto ce la giocheremo con tutte”. La Corneto Tarquinia è chiamata al riscatto già domenica contro il Casalotti vittorioso al debutto in casa del Città di Cerveteri.

San Lorenzo Nuovo: sconfitta amara

San Lorenzo Nuovo sconfitto all’esordio nel difficilissimo derby contro la quotata Polisportiva Monti Cimini che, dall’alto della sua classe ed esperienza, ha capitalizzato al meglio le occasioni ricevute.
Il tecnico dei gialloblu Enrico Centaro analizza così il match dei suoi ragazzi: “E’ stata una partita equilibrata, abbiamo avuto la palla per andare in vantaggio con Russo e poi loro hanno segnato su un rimpallo dove Lazzarini ha trovato il tapin vincente. Noi abbiamo dovuto cercare di spingere per recuperare la partita ma  non abbiamo concesso molto se non l’occasione di Di Ludovico. La sconfitta è stata determinata da due nostre disattenzioni altrimenti non saremmo usciti a mani vuote. Onore ai Monti Cimini che ha fatto quello che doveva fare una grande squadra ossia capitalizzare al massimo le occasioni della partita”.
Il tecnico del San Lorenzo Nuovo stringe la mano al collega Del Canuto in segno di Fair Play: “C’è stata una situazione in cui Billi è stato atterrato da Balletti dopo averlo saltato. Pensavamo che con la nuova regola fosse applicato il rosso come ci avevano spiegato a Tivoli. Per l’arbitro non era chiara occasione da gol perchè secondo lui c’era ancora il centrale difensivo che poteva chiudere. Volevo ringraziare l’ex compagno di squadra Stefano Del Canuto che è stato molto lucido e corretto nella sua analisi”.
San Lorenzo Nuovo non aiutato dal calendario. Mister Centaro si aspetta miglioramenti sin dalla difficile trasferta di domenica prossima: “C’è da migliorare nell’aspetto della concentrazione, bisogna essere più cattivi in certe situazioni. Siamo un gruppo nuovo, i ragazzi devono ancora conoscersi, nel precampionato siamo andati benissimo. Usciremo fuori anche se il calendario non agevola per niente visto che domenica dovremo far visita all’Aranova”