Tradizione e Fede: il Corteo storico di Santa Rosa

Virginia Duranti

corteo1 (NewTuscia) – VITERBO – Il corteo storico del due settembre, segna ogni anno, l’inizio dei festeggiamenti ufficiali in onore della nostra piccola Santa Rosa.

Quest’anno l’evento è stato del tutto eccezionale perché è coinciso con il trasferimento, dopo 81 anni, del corpo incorrotto di Santa Rosa per due giorni dalla basilica gestita dalle suore alcantarine alla cattedrale di San Lorenzo. Il tutto per il Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco, che il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa ha voluto celebrare con questo spostamento straordinario delle spoglie di Santa Rosa.

Oggi il corpo di Santa Rosa è stato ritrasferito a spalla dai Facchini alla basilica tradizionale e, con esso, si è snodato anche il tradizionale corteo storico.

A ritroso nei secoli, dal Medioevo al Rinascimento, in un marasma di colori drappi e musicanti, sfilano per le vie del centro di Viterbo, circa trecento figuranti a rappresentacorteore personaggi politici, nobili e capitani delle diverse epoche.

Aprono la parata i Terziari Francescani, seguiti dai “Boccioli di Rosa”, gruppi di bambine che ribadiscono l’enorme attaccamento che i viterbesi hanno nei confronti di questa forte, piccola, giovane donna.

Altro personaggio rilevante è costituito da un gruppo di figuranti denominato “Rosine”. Ragazze vestite del saio grigio viola delle clarisse che, in delle ceste portano dei doni: rose, candele e pane da regalare alla Santa.

CORTEO STORICO SANTA ROSA8CORPO SANTA ROSA

Al corteo partecipano anche i Facchini, che quest’anno hanno portato a spalla il corpo di Santa Rosa, le associazioni di volontariato di Viterbo, le confraternite religiose e tutte le autorità.

In un clima di fede e speranza siamo tutti d’un sentimento.

CORTEO STORICO SANTA ROSA1 MICHELINI PREFETTO CORTEO STORICO SANTA ROSA2AUTORITA' CORTEO STORICO SANTA ROSA3PREFETTO CORTEO STORICO SANTA ROSA4 CORTEO STORICO SANTA ROSA5 CORTEO STORICO SANTA ROSA6 CORTEO STORICO SANTA ROSA7