Riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie: altri progetti per l’area di Fontivegge

loading...

(NewTuscia) – PERUGIA – stazione fontiveggeApprovati ieri dalla Giunta altri cinque progetti per la riqualificazione dell’area di Fontivegge, che il Comune presenterà nell’ambito del bando nazionale per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie e delle aree degradate, in scadenza il prossimo 29 agosto.

Si tratta, in particolare, di un intervento nella zona compresa tra la stazione ferroviaria e il bus terminal del Minimetrò, che prevede il completamento della pavimentazione su tutta l’area tra via Fontivegge e la nuova area di sosta taxi, la ridefinizione dei percorsi pedonali provenienti da piazza Vittorio Veneto e la separazione di tali percorsi dai flussi veicolari; sarà, inoltre, realizzata una pensilina con copertura fotovoltaica per la protezione del percorso pedonale di collegamento tra la stazione ferroviaria e il bus terminal Minimetro e la sistemazione e riqualificazione a verde delle isole pedonali e dei percorsi di avvicinamento dello spazio Coworking, previsto nel portico dell’Ex Upim.

L’importo previsto dell’intervento è di 940.000 euro.

Altro intervento riguarderà la riqualificazione dell’area a parcheggio ex Metropark e il completamento della pavimentazione tra la stazione ferroviaria e l’edificio ex Scalo merci. Si prevede, in particolare, la realizzazione di un’area a parcheggio avente una capienza di circa 60 posti auto, a servizio della stessa stazione ferroviaria e delle nuove attività che nasceranno all’interno dell’ex scalo merci e di aree a verde ornamentale attrezzato e fruibile, nonchè percorsi pedonali che garantiscano la continuità pedonale tra il parcheggio e la stazione, per una spesa complessiva di 970.000 euro.

Un altro intervento riguarda la mobilità dolce nell’area che dalla stazione di Fontivegge arriva fino ai parchi urbani Chico Mendez e Vittime delle Foibe, dove si intende attuare interventi di moderazione del traffico, attraverso l’istituzione di una zona 30 e la creazione di un corridoio ciclopedonale di collegamento tra il nodo di Fontivegge e l’area dell’ex Tabacchificio in via Cortonese. Questo intervento rappresenta la voce di costo maggiore con 1.262.000 euro previsti.

Un ulteriore intervento riguarda, quindi, il sottopasso ferroviario tra via del Macello e la stazione ferroviaria, per il quale si prevedono lavori di riqualificazione con l’obiettivo di incrementare la sicurezza del luogo, migliorarne la luminosità, facilitarne la fruizione anche con le biciclette, nonché migliorare complessivamente la qualità urbana dello snodo. La spesa prevista in questo caso è di 636.000 euro.

Il progetto generale di riqualificazione di Fontivegge e delle aree limitrofe che il Comune intende presentare per il bando non riguarda, però, solo interventi su edifici o strutture e aree degradate, ma anche misure per il potenziamento delle prestazioni e dei servizi, tra cui interventi a favore dell’inclusione sociale e la realizzazione di nuovi modelli di welfare urbano.

In quest’ottica è stato approvato anche il progetto Regeneration Center, che vede i giovani protagonisti di una rinnovata vita di quartiere, anche in virtù del ruolo di Perugia di Capitale Italiana dei Giovani  di finalista a Capitale Europea de Govani.

La presenza di Portieri di quartiere (community gatekeeper) e la formazione di giovani creativi e socialmente attivi (Borsa lavoro/Servizio Civile comunale) quali azioni concrete del progetto, favoriranno, infatti, la creazione di nuove reti sociali, un maggior controllo del territorio e del decoro urbano, rafforzando la dimensione creativa e innovativa dell’intera area.

Il Centro di Rigenerazione di Fontivegge prevede un investimento complessivo di circa 500.000 euro e sarà realizzato in partenariato con l’Ati che gestisce il Centro Servizi Giovani del Comune di Perugia.