L’Ulisse in musica del maestro Nicola Piovani: la curiosità che vince ogni sfida

loading...

Simonetta Melinelli

(NewTuscia) – VITERBO – Venerdi’ 5 agosto un’ emozione grandissima suscitata dalla creativita’ del maestro Nicola Piovani e dai suoi musicisti eccezionali, che hanno saputo riempire il teatro romano di Ferento a Viterbo di magia ed incanto.

Il maestro nei suoi Viaggi di Ulisse ha voluto omaggiare lo spirito di scoperta che ha portato alcune anime indomite ed inpavide ad esplorare e sfidare l’ignoto per il piacere della scoperta, animati da una curiosita’ verso l’ignoto che ha permesso di superare limiti invalicabili appunto come furono le colonne d’Ercole.

Ulisse narrato da Piovani, con poesie di Omero, Tasso, Joyce e Safo, da attori famosi, voci narranti, emozionandoci con i dipinti di Manara e la sua musica stupenda, per far vibrare quelle emozioni nelle nostre anime e cuori.

Uno spettacolo che consiglio vivamente ai lettori di NewTuscia di non perdere ricercando le date delle repliche sul sito diNicola Piovani.

Nicola Piovani, come si sa, ha vinto il premio Oscar per la colonna sonora del film di Benigni “La vita e’ bella”: ciò che colpisce è la sua umanita’ e semplicità malgrado sia uno dei migliori musicisti  italiani viventi.

La sua musica e creativita’ hanno il potere di incoraggiarci a credere di nuovo nella vita, in noi stessi, nei nostri sogni, realizzandoli con tenacia e caparbieta’ proprio come Ulisse, che ha viaggiato per 20 anni alla ricerca, prima di tutto, di se stesso, basandosi sulla curiosità che lo ha portato ad affrontare ogni rischio e pericolo pur di realizzare le proprie aspirazioni di vita.