Montalto di Castro, Fabio Valentini: Purtroppo il PD locale si è allontanato dagli Iscritti e dai Cittadini

loading...

(NewTuscia) – MONTALTO DI CASTRO – foto comunicatiIn questo periodo, da un confronto con molti tesserati e sostenitori del Partito Democratico di Pescia Romana e Montalto di Castro, sono emersi forti disagi, dovuti alla mancanza di certezze e chiarezza nel partito locale.

Gli iscritti, in particolare, manifestano una forte sofferenza nel vedere il nostro partito gestito con superficialità, quasi fosse un luogo per dar voce esclusivamente alle proprie vendette e vicende personali. Il partito dovrebbe essere la casa di tutti coloro che ne condividono il pensiero e le logiche fondanti, non il rifugio di pochi che condividono solo il pensiero di chi lo “gestisce”, soprattutto quando questo contrasta con quello del partito stesso.

Ritengo che il nostro partito avrebbe dovuto riavvicinarsi sia ai tanti ex iscritti persi negli ultimi anni, sia alla cittadinanza che per troppo tempo lo ha visto ai margini della scena politica locale. Il partito non può essere una stanza, dove si cerca di riunire persone senza condivisione e senza dei principi, solo per il semplice fatto di fare numero. Il partito è fatto di persone, di valori, di voglia di fare il bene della comunità…poi che si riunisca in un luogo chiuso o in piazza poco conta, altrimenti, come pensa qualcuno, sarebbe sufficiente aprire un circolo in ogni zona per avere consensi.

Io e i tanti Iscritti e sostenitori con cui ho sempre tenuto vivo il confronto,  che come me si impegnano per un partito aperto ed inclusivo e che, anche all’ultimo congresso nell’interesse della comunità hanno invano lavorato per una soluzione unitaria, sentiamo il dovere di prendere le distanze da quella parte del PD che si è, con un congresso basato su un tesseramento farsa, appropriata della sezione, quella sezione tutt’ora sempre chiusa e ormai lontana dalle persone.

Prendiamo le distanze da quelli che anziché fare opposizione, si perdono in comunicati pieni di nulla su questioni futili e inutili, gli stessi che poi con il calar del sole stringono accordi con personaggi della maggioranza.

Non ci riconosciamo in questa parte del PD e invitiamo chi come noi è deluso e amareggiato ad unirci in un percorso condiviso per costruire un nuovo paese, fondato su valori sani e concreti.