Confesercenti: valorizzazione bacino lago di Bolsena


(NewTuscia) – BOLSENA – Sulle varie testate giornalistiche del Viterbese sono apparsi articoli a proposito dello stato di salute del lago di Bolsena ai fini della balneazione.Bolsena 1

Sull’argomento Vincenzo Peparello, Presidente della Confesercenti di Viterbo e abitante di Bolsena, con una lunga esperienza maturata nel corso di dieci anni di assessore al Turismo del Comune, dichiara che “ogni anno, prima dell’inizio della stagione turistica e anche durante, si scatena una forte polemica a seguito dei dati relativi allo stato delle acque a seguito di prelievi eseguiti sia  parte dell’ente preposto che da altri soggetti”.

Peparello tiene a precisare che “è dovere morale di tutti i soggetti, sia pubblici che privati, soprattutto da parte delle popolazioni residenti e dei tanti cittadini italiani e stranieri che soggiornano nei paesi del lago, la protezione e la salvaguardia, la tutela e, in particolare, la conservazione di un bene ambientale e vitale come il bacino imbrifero del lago di Bolsena. Non si capisce – continua Peparello – come i dati dell’ente deputato alle analisi delle acque possano essere messi in discussione da altri soggetti che, tra l’altro, non hanno nessun titolo. Non possiamo dubitare che il monitoraggio che viene effettuato nel rispetto delle normative nazionali, regionali, non sia in linea con le direttive europee sulla qualità delle acque di balneazione”.

Peparello afferma, dunque, che “è limitativo che problemi legati alla balneabilità e alla salvaguardia e alla vita dello stesso ecosistema del bacino lacustre di Bolsena possano essere ridotti a questioni riguardati la manutenzione e il funzionamento dei sistemi di pompaggio o alla mancanza di fondi per l’ente gestore. Penso – aggiunge il Presidente della Confesercenti – che, invece, sia l’ora che sindaci, Regione, enti locali e nazionali che si occupano della tutela ambientale, prendano coscienza del fatto che per trovare risorse economiche si debba andare alla costituzione di un “tavolo” al quale partecipino tutti i soggetti interessati per arrivare a dei provvedimenti e dei riconoscimenti di un patrimonio, a mio avviso di interesse universale, al fine di ottenere da parte dell’Unione Europea fondi necessari per la sua conservazione e per lo sviluppo di tutto il territorio che insiste attorno al lago “.

Peparello, infine, si unisce a quanto dichiarato nei giorni scorsi dal Presidente del Club Unesco Tuscia, Luciano Dottarelli, in merito al rilancio della candidatura del lago di Bolsena quale Riserva della Biosfera.