“Luci e ombre nel medioevo”: il 1° concorso di pittura estemporanea presieduto dal maestro Roberto Joppolo

loading...

 Simone Stefanini Conti

(NewTuscia) – ORTE – L’Ente Ottava Medievale e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Orte hanno bandito per il 4  settembre il Primo Concorso di Pittura Estemporanea a cui possono partecipare tutti i cultori della pittura purché maggiorenni , senza distinzione di nazionalità.

Il Concorso è aperto a qualsiasi tecnica pittorica, purché applicabile e rappresentabile su tela, nonché ogni tipo di interpretazione del quadro: paesaggistica, figurativa, astratta, polimaterica. Il Concorso verterà sulla rappresentazione estemporanea avente come tema il Medioevo e si svolgerà dalle  10  alle 18 di domenica 4 Settembre 2016.

L’iscrizione all’estemporanea dovrà essere effettuata entro Sabato 20 Agosto 2016 alle ore 18.00, inviando in allegato un documento di identità e la scansione della scheda di partecipazione compilata e sottoscritta all’ indirizzo di posta elettronica: info@ottavamedievale.it indicando come oggetto: ESTEMPORANEA “LUCI E OMBRE NEL MEDIOEVO”.

Sarà altresì possibile, entro il medesimo termine, consegnare a mano la propria candidatura direttamente all’ufficio dell’Ente Ottava Medievale, situato in Piazza della Libertà.

L’iscrizione al Concorso è gratuita. Le tele verranno timbrate presso la Sala Conferenze del Palazzo Roberteschi dalle ore 8.00 alle ore 9.30 del 4 Settembre 2016 e le dimensioni  delle tele non dovranno essere superiori a cm 100×120 e non inferiore a cm 40×60. Le tele che risulteranno superiori o inferiori alle dimensioni indicate non saranno valutate ai fini della classifica. Non è richiesta cornice, la tela deve essere sprovvista di fondo. I concorrenti dovranno essere muniti a propria cura e spese di tutti i mezzi per la realizzazione dell’opera ( tela, cavalletto, colori, ecc.).

La Giuria sarà presieduta dal Maestro Roberto Joppolo, apprezzatissimo scultore e Maestro d’Arte, autore tra le tante opere sparse in tutto il mondo della statua della Virgo Prudentissima, benedetta il 17 settembre 1989 da san Giovanni Paolo II sullo svincolo autostradale di Orte. I giurati provvederanno ad una selezione delle opere ritenute migliori e a stilare la classifica dei premiati, il cui giudizio è da ritenersi insindacabile. La Giuria rimarrà segreta fino al momento della votazione.

Le opere saranno premiate: per la  Categoria A GIURIA TECNICA Categoria B GIURIA POPOLARE: 1° Classificato 1000,00 € 1° Classificato Opera del Maestro Roberto Joppolo 2° Classificato 500,00€, 3° Classificato 250,00€.  Le Opere prime classificate di ogni categoria, diventeranno di proprietà dell’Ente organizzatore e, le altre  se non ritirate entro 30 giorni dalla data della premiazione, saranno trattenute e diverranno anch’esse di proprietà dell’Ente.   A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione firmato dal Maestro Roberto Joppolo e, al termine della manifestazione,  agli stessi artisti sarà offerta una cena nelle tipiche Taverne delle Sette Contrade.

L’Ottava di Sant’Egidio, torna come ogni anno per offrire agli abitanti ed  ai tanti turisti suggestioni, brani di vita, Valori sempre attuali di aggregazione sociale che qualificano e migliorano la vita della nostra Città.   In occasione dell’ OTTAVA DI S. EGIDIO, la città di Orte si rende accogliente per le migliaia di ospiti che partecipano alle rievocazioni medievali.   In questo periodo di preparativi va rivolto un  doveroso ringraziamento a quanti prestano il loro prezioso contributo  per la migliore riuscita  delle rievocazioni medievali.

La manifestazione dimostra la validità dell’intuizione del gruppo di giovani che negli anni Settanta  del Novecento dettero vita all’Ente, con  le sue articolate componenti delle Sette Contrade, degli Arcieri, degli Sbandieratori, del Corteo Storico, dell’Accademia dei Signori Disuniti.

Di fronte alla perdurante crisi economica ed al conseguente forte ridimensionamento di finanziamenti alla cultura, al turismo ed alla manifestazioni di rievocazione storica, il ruolo del volontariato culturale, come la programmazione di tanti eventi culturali e rievocativi che caratterizza anche quest’anno la 44^ edizione dell’Ottava di Sant’Egidio rappresentano comunque  validissimi strumenti di promozione  della città di Orte, e della Tuscia viterbese nel suo complesso.

Come ogni anno le giornate della rievocazione storica costituiranno l’occasione propizia per i residenti e gli ospiti per rivalutare il patrimonio artistico della Città, con la partecipazione alle iniziative artistiche,  letterarie, rievocative e ludiche, con le visite ai musei, ai monumenti, alle rassegne di pittura e scultura, alle botteghe artigianali ed alle tradizionali taverne.

I “giovani tamburi lontani” che percepiamo in queste  notti di fine agosto vengono a  rassicurarci  che, nonostante tutto,  le componenti  della comunità cittadina – con i suoi  giovani in particolare – torneranno ad offrire con l’Ottava di Sant’Egidio il meglio di  sé,  attraverso il dipanarsi di  appuntamenti privilegiati di  cultura,  folklore, di gastronomia delle sette taverne di contrada, ma anche i giuochi storici, i mercatini degli antichi mestieri, le giullarate, le performances artistiche di varie compagnie italiane, il teatro, la musica, e, da non perdere, le visite turistiche ad Orte Sotterranea.