Stipulato protocollo d’intesa tra il Comune di Viterbo e l’Aci di Viterbo per il servizio a domicilio

Maurizio Fiorani

(NewTuscia) – VITERBO – Protocollo d’intesa tra Aci e Comune di Viterbo per le pratiche automobilistiche a domicilio.

L’accordo è stato ufficializzato nel corso di una conferenza stampa cui erano presenti l’assessore ai servizi sociali del Comune di Viterbo Alessandra Troncarelli, dalla responsabile dell’unità territoriale Aci di Viterbo Barbara Sensi e dal funzionario e consigliere comunale, Marco Volpi (responsabile sistemi informativi Aci centro Italia).

L’Assessore Alessandra Troncarelli ha illustrato il contenuto della convenzione, che istituirà un apposito sportello di servizi a domicilio che permetterà quindi all’utenza di svolgere le pratiche burocratiche in campo automobilistico dal proprio domicilio o dalla struttura sanitaria dove è ricoverata.

“Con la creazione di questo apposito servizio a domicilio si è voluti venire incontro alle esigenze delle persone più svantaggiate – ha detto l’assessore Troncarelli – che sono impossibilitate a recarsi personalmente negli uffici pubblici per svolgere il disbrigo di tali pratiche burocratiche, in quanto affette da malattie o da disabilità o che sono ricoverate in strutture sanitarie. Proprio in quest’ottica di servizio all’ utenza più svantaggiata che il Comune di Viterbo ha voluto collaborare con l’Aci con un protocollo d’intesa che sancirà la collaborazione tra questi due enti”.

Stipula protocollo d'intesa Comune di Viterbo e l'Aci di Viterbo per i servizi a domicilio
Stipula protocollo d’intesa Comune di Viterbo e l’Aci di Viterbo per i servizi a domicilio

Barbara Sensi, funzionario responsabile Aci Viterbo, nel suo intervento ha   ringraziato  l’assessore  Troncarelli  ed  il  consiglio comunale  del  Comune  di  Viterbo  per  la  disponibilità  mostrata, illustrando il servizio dello sportello a domicilio.

“Possono usufruire di tale servizio tutte le persone  affette da patologie o  disabilità – ha detto Barbara Sensi –   previa  esibizione  di  un  apposito  certificato  medico attestante la patologia e  la  disabilità, contattando  direttamente o tramite le associazioni di rappresentanza l’unità territoriale Aci di Viterbo, telefonicamente al seguente numero 0761/320613/14, nei giorni che vanno dal lunedì al venerdì dalle ore 08,00 alle ore 13,00 o via mail al seguente indirizzo di casella di posta elettronica: unita.territoriale.aci.viterbo@aci.it.
L’utenza deve  indicare  la  data,  l’orario,  il recapito  telefonico  e  la targa del veicolo in questione, oltre al tipo di pratica amministrativa automobilistica che si vuole espletare”.

Il personale dell’Aci poi contatterà gli interessati recandosi personalmente nel luogo di residenza o nel luogo in cui la persona si trova ricoverata.

Successivamente   la  responsabile dell’unità territoriale Aci di Viterbo ha  spiegato  che  possono  espletarsi   le pratiche automobilistiche concernenti i trasferimenti di proprietà dei veicoli, accettazioni di eredità, perdite di possesso,  oltre a quelle relative al rilascio dei duplicati dei certificati di proprietà e le pratiche inerenti alle radiazioni e per le esportazioni all’estero di autovetture.

Possono usufruire di tale servizio anche le persone che sono detenute presso gli istituti di pena.

“In questo caso il  funzionario  del  Pra,  previa  autorizzazione da  parte  del  direttore  dell’ istituto di  pena o  del magistrato e munito di apposito tesserino di riconoscimento, può recarsi presso l’istituto penitenziario e svolgere le pratiche automobilistiche, tramite uno sportello mobile al seguito”.

Marco Volpi, questa volta in veste di funzionario Aci, ha  ribadito che tale servizio per l’utenza è gratuito e senza costi aggiuntivi rispetto alle normali pratiche automobilistiche.

“ Nel  2015  in Italia – ha detto Volpi – sono state  effettuate  1200 pratiche automobilistiche tramite il servizio a domicilio, che è stato istituito nel 2012. Contiamo quindi di poter aumentare sensibilmente il numero nel corso dell’anno in corso”.

La conferenza stampa si è conclusa con la stipula della convenzione tra il Comune e l’Aci di Viterbo, con la firma dell’accordo tra l’assessore Troncarelli e la responsabile Aci, Sensi.